AmbienteSlide-mainSostenibilitàVenezia

SMILE Plus: Iuav partner di un progetto europeo per la mobilità sostenibile e la transizione green dei trasporti nell’area adriatica

1 minuti di lettura

Oggi il settore trasporti è fondamentale per le imprese europee: contribuisce per circa il 5% al Pil dell’UE e dà lavoro a oltre 10 milioni di persone in Europa. Ma le emissioni dovute ai trasporti rappresentano circa il 25% delle emissioni totali di gas a effetto serra dell’UE e sono in aumento costante. Per questo fornire trasporti efficienti, sicuri e rispettosi dell’ambiente è una delle principali azioni previste dal Green Deal, in vista dell’ambizioso obiettivo che prevede di ridurre i gas serra a zero entro il 2050.

L’aumento delle emissioni inquinanti, del rumore, degli incidenti e del sovraffollamento degli spazi pubblici a causa del traffico privato sono tutti aspetti che Iuav affronta metodologicamente nel suo ruolo di partner tecnico-scientifico del progetto SMILE Plus, che segue e integra il progetto SMILE (FirSt and last Mile Inter-modal mobiLity in congested urban arEas of Adrion Region). Il progetto si concentra sul primo e ultimo miglio della mobilità nella regione ionico-adriatica, in particolare nelle aree di confine (Koper in Slovenia e Dubrovnik in Croazia) e interne (Zrenjanin in Serbia).

In queste aree urbane residenti, viaggiatori e turisti affrontano quotidianamente le conseguenze della mancanza di un’efficace strategia di trasporto integrato: l’obiettivo del progetto SMILE Plus è costruire un sistema operativo (database e metodologia) aggiornato e replicabile in grado di individuare le più efficaci soluzioni per ridurre l’inquinamento atmosferico dovuto all’uso di veicoli diesel obsoleti e alle congestioni del traffico.

Il progetto SMILE Plus fornirà dati e metodologia per formulare politiche efficaci di mobilità sostenibile e strategie per il trasporto integrato transnazionale, aggiornando in ottica post-Covid – anche in considerazione dei nuovi comportamenti degli utenti del sistema della mobilità – il quadro sviluppato dal precedente progetto SMILE.

Dal punto di vista metodologico, il progetto affronta tramite una analisi SWOT (che individua i punti di forza, di debolezza, opportunità e minacce) una serie di questioni comuni alla regione adriatico-ionica, relative agli impatti della mobilità sulla protezione dell’ambiente e del patrimonio naturale e culturale.

Più in particolare, il progetto contribuisce a realizzare l’obiettivo programmatico europeo “Potenziamento delle capacità per i servizi integrati di trasporto e mobilità e multimodalità nella regione ionico-adriatica”, aumentando le possibilità di realizzare infrastrutture e servizi di trasporto e mobilità multimodali, rispettosi dell’ambiente e a basse emissioni di carbonio, in particolare nelle aree urbane e di confine interne ecostiere.

Articoli correlati
AnimaliIstruzioneMestreSlide-main

Scuola. Giornata finale del progetto "Get Up" per la cura degli animali al Parco Bissuola. Attiva la raccolta alimentare per cani e gatti

1 minuti di lettura
Giovedì 26 maggio, a partire dalle 9.30, al Parco Bissuola di Mestre (accesso in auto dal parcheggio di Via Virgilio), si terrà…
MusicaSlide-main

L'Arca di Noa. Sulle rive del Lago Maggiore il messaggio di pace dell'artista israeliana

2 minuti di lettura
Notti di ispirazione tra musica e incontri per costruire i ponti e rompere muri. Sulle rive del Lago Maggiore la prima edizione…
Italia MondoSaluteSlide-main

Strategia dell'UE sugli strumenti terapeutici: la Commissione presenta un propulsore di innovazione terapeutica per individuare e sostenere nuove cure per la COVID-19

1 minuti di lettura
Nell’ambito di un’azione chiave della strategia dell’UE sugli strumenti terapeutici contro la COVID-19, ieri la Commissione ha presentato il propulsore di innovazione…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!