AttualitàChioggiaCittà Metropolitana di VeneziaPolitica

Sicurezza: le conseguenze della riforma Cartabia e le mani legate della Polizia

2 minuti di lettura

“Le conseguenze della riforma Cartabia sulle attività delle Forze di Polizia” è il titolo del Convegno che si svolgerà venerdì a Chioggia: “Tante le criticità per tutelare i cittadini”.

Chioggia – L’incontro si terrà, a partire dalle ore 8.30, presso l’Auditorium San Nicolò – Calle San Nicolò, organizzato dall’IPA (International Police Association), con il patrocinio della Città di Chioggia e della 5 Delegazione Veneto, e in collaborazione con FSP Polizia di Stato di Venezia e FERVICREDO (Associazione Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere).

Una giornata di studi al quale parteciperanno diversi Corpi di Polizia: “Si discuterà di una riforma pensata per raggiungere il deflazionamento del sistema giudiziario, obiettivo che persegue alla perfezione, ma trascurando completamente gli aspetti connessi alla sicurezza ed a come si debba tradurre in fatti concreti la risposta che la società si aspetta dalle Forze dell’Ordine nella vita di tutti i giorni. – spiegano gli organizzatori – Questa riforma pone dei limiti invalicabili all’attività di polizia giudiziaria rispetto a molte istanze che la gente ci pone in tema di sicurezza. Istanze che in linea di principio sono di competenza della politica, ma che il cittadino pone all’Operatore di Polizia che si trova dinnanzi, il quale in molti casi non saprà più come spiegare di avere ‘le mani legate’. O istanze che una persona sarà chiamata ad attivare con estrema difficoltà, non riuscendo in molti casi neppure a farlo per la paura che normalmente travolge le vittime di molteplici reati. Non si tratta di fatti di poco conto, ma di reati odiosi e insidiosi, che assillano i cittadini nella loro quotidianità ovunque e con una caratterizzazione ancor più seria e allarmante in quelle zone del paese dove la criminalità vive di simbolismi e minacce tenendo sotto scacco intere porzioni di territorio. Lesioni, danneggiamenti, violazioni di domicilio, sequestri, sono solo alcuni esempi di come si comprimerà in maniera insostenibile la nostra operatività senza un contributo da parte del cittadino che di norma ci viene negato proprio per paura o per altri mille motivi. E poi, ancora, sconti di pena ulteriori rispetto ai tanti già previsti, procedimenti che rischieranno di cadere nel nulla a causa di formalità che ancora il sistema non è in grado di adempiere, e così via. Chi fa sicurezza ogni giorno fatica a capire tutto ciò, e fatica a capire come cambierà la sua attività. Ecco perché momenti di approfondimento, studio e confronto con i massimi esperti del settore sono indispensabili, nel tentativo di portare alla luce tutte le criticità che devono assolutamente essere riviste per scongiurare che molti delinquenti restino impuniti”.

Questo, dunque, l’obiettivo del Seminario che si aprirà con la presentazione dei lavori da parte di Michele Boscolo Todaro, Responsabile sezione Ipa Chioggia-Sottomarina, e Antonio Serraino, Segretario Generale Provinciale FSP Polizia di Stato di Venezia. Seguiranno i saluti di Mauro Armelao, Sindaco di Chioggia; Michele Tiozzo, Dirigente Sicurezza e Legalità Città di Chioggia; Diego Trolese, Presidente Ipa 5 Delegazione Veneto; Franco Maccari, V. Presidente Nazionale FSP Polizia di Stato; Mirko Schio, Presidente Fervicredo. Successivamente, moderati dal giornalista e scrittore Gianluca Versace, sono previste le relazioni di: Stefano Buccini, Sostituto Procuratore presso il Tribunale ordinario di Venezia e componente della Direzione Distrettuale Antimafia; Elisabetta Aldrovandi, Avvocato, Garante per la tutela delle Vittime di reato della Regione Lombardia e Presidente dell’Osservatorio nazionale sostegno Vittime di reato; Giorgio Carta, avvocato esperto in diritto Forze di Polizia; Nicola Molteni, Sottosegretario di Stato all’Interno.

Articoli correlati
AttualitàItalia

Suor Anna Monia Alfieri riceve l'Alto Riconoscimento "Virtù e Conoscenza"

1 minuti di lettura
VII edizione del Festival “Virtù e Conoscenza” a Porto Cesareo che promuove l’integrazione, il dialogo e lo scambio delle conoscenze nel Mediterraneo:…
Città Metropolitana di VeneziaEconomia&LavoroMestre

Boom pagamento elettronico: a Mestre l'uso del bancomat è cresciuto del 25% negli ultimi 2 anni

1 minuti di lettura
Adico ha sondato il terreno nella terraferma veneziana con il coinvolgimento di alcuni “addetti ai lavori”, negozianti del centro città che offrono…
Città Metropolitana di VeneziaVenezia

Riparte la stagione dei megayacht a Venezia con richieste esorbitanti e spese illimitate

2 minuti di lettura
Luise Yachting Adriatic, agenzia marittima che gestisce yacht di lusso a Venezia, attira clienti con richieste esorbitanti e “no budget” VENEZIA. L’agenzia…