Slide-mainSportVeneziaVideo

Si va a gara 4

3 minuti di lettura

Dopo una partita combattutissima l’Umana Reyer Venezia risorge e fa sua la partita con la Virtus Bologna. Venerdì si va a gara 4.

MESTRE – Non è una serie playoff per cuori deboli. Poteva essere 3 a 0 per entrambe le contendenti. E invece siamo 2 a 1. Sempre decisivi gli ultimi secondi, ma questa volta è Venezia ad averne di più, fin da inizio terzo quarto. Sempre in rimonta, come in gara 1 e gara 2. Ma è più facile questa volta partendo dal meno 15, nonostante uno Spissu incredibilmente inesistente al tiro (zero punti per lui alla fine).

In un Taliercio caldissimo, l’Umana Reyer Venezia questa volta riesce nel sorpasso decisivo e porta la serie a gara 4 venerdì 31 maggio alle 20.45 di nuovo in casa. Sarà difficile, ma non impossibile visto il trend di Bologna. Di certo gli orogranata in queste tre partite hanno dimostrato di non mollare mai e poter rimontare anche da distanze ben importanti. Ma nella pallacanestro si sa, nulla è detto finché non suona l’ultima sirena.

La partita

Se c’era una speranza di vedere Kabengele in campo dopo le ultime due convocazioni, anche se non era mai stato messo in campo, sono sparite nel presentare la lista agli arbitri. Il canadese è fuori dai dodici. Al suo posto nel Roster torna O’Connell.

Coach Spahija parte con un quintetto basso con Spissu, Heidegger, Tucker, Wiltjer e Tessitori. Bologna parte però forte come sempre, risvegliando gli ultimi incubi dei veneziani. In un minuto e mezzo siamo già a 0-7, e sembra di rivivere le altre due gare.

Sale in cattedra Tessitori e porta il risultato sul 4-7 al 3′. Ma i lunghi di Bologna hanno la meglio, con Coach Spahija costretto a chiamare il primo Time Out a metà quarto sul 6-15. Al ritorno in campo Heidegger mette finalmente la prima tripla per Venezia. L’inerzia rimane però per la Virtus che tocca il +15 (14-29) nell’ultimo minuto del quarto, che si chiude sul 16-29.

Casarin guida il break tra i due quarti con 5 dei 9 punti segnati. Bologna chiama Time Out al 12′ sul 23-29. L’inerzia è tutta per Venezia ma Shengelia riporta gli ospiti di nuovo a +10 (27-37) al 14′. Altro Time Out Reyer. Gli orogranata giocano meglio ma sbagliano al tiro e tornano a -14 (33-47) al 17’30”. Il finale vede però riprendere la rimonta e si va all’intervallo lungo sul 38-49.

Al rientro dagli spogliatoi l’Umana continua a far fatica in attacco e Bologna torna sul +15 40-55 al 23′. Trenta secondi dopo Hackett mette la tripla del massimo vantaggio ma rilascia il pallone oltre la sirena, canestro annullato. È il momento decisivo della partita.

La tripla di Parks, e poi Simms e Tucker aprono un break che nemmeno il time out avversario sul 47-55 a metà quarto riesce a interrompere. Al 26’30” siamo sul 53-55, con un libero di Cordinier che interrompe subito dopo il parziale di 13-0. Spissu si infortuna, Venezia finalmente impatta a 59 in un quarto da 21-10 e solo 4 di valutazione concesso a Bologna.

L’ultimo quarto non è per cuori deboli. Nella prima azione Heidegger firma il primo sorpasso della partita, per poi infilare una tripla da 8 metri. Al 31′ siamo 64-61. Venezia ora è con il quintetto piccolo e difende di squadra, Bologna non molla e infila un break di 0-7 per il 66-70 al 34′.

Ancora Heidegger da 3 e Simms con una schiacciata pazzesca riportano avanti gli orogranata sul 71-70 a metà quarto con time out ospite. All’ingresso nell’ultimo minuto e mezzo Bologna è di nuovo in vantaggio (71-73), ma l’and-one di Heidegger e il successivo appoggio al tabellone di Parks, che elude la difesa di Zizic, portano l’Umana Reyer sul 76-73 a 34” dalla sirena.

Belinelli e Mickey sbagliano da tre, De Nicolao spende il fallo del bonus a rimbalzo con 18” da giocare e, sulla rimessa, la difesa dell’Umana Reyer porta Belinelli a pestare la riga laterale, vanificando il tiro (comunque sbagliato) per il pareggio. Sul fallo sistematico avversario, non trema la mano dalla lunetta di De Nicolao: il 2/2 vale il successo per 78-73.

Suona la sirena. Si va a gara 4.

Il tabellino

Parziali: 16-29; 38-49; 59-59

Umana Reyer Venezia: Spissu, Tessitori 8, Heidegger 14, Casarin 7, De Nicolao 2, O’Connell ne, Janelidze ne, Parks 19, Brooks ne, Simms 17, Wiltjer 1, Tucker 10. All. Spahija.

Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 12, Belinelli 7, Pajola 1, Dobric 4, Mascolo ne, Shengelia 17, Hackett, Mickey 2, Polonara 8, Zizic 16, Dunston 4, Abass 2. All. Banchi.

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainSportVenezia

Carl Wheatle alla Reyer

2 minuti di lettura
Carl Anton Delroy Wheatle è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Umana Reyer Venezia VENEZIA – L’Umana Reyer Venezia ha comunicato la firma pluriennale…
JesoloSlide-mainSpettacolo

Warner Bros. Discovery a Jesolo

3 minuti di lettura
La Warner Bros. Discovery dà il via alla seconda edizione del tour estivo itinerante per celebrare le storie e i personaggi più…
AttualitàEconomia&LavoroSlide-main

Nuovi talenti giornalistici cercasi

1 minuti di lettura
Grande opportunità, per giovani under 30, con il TG di Poste Italiane Roma – Scoprire e lanciare giovani talenti del giornalismo capaci…