Economia&LavoroIstruzioneSlide-main

Si dà fuoco insegnante a Rende

1 minuti di lettura

Oggi vorrei soffermarmi su un fatto tragico accaduto il 31 gennaio. Parlo del giovane insegnante in Lombardia che si è dato fuoco davanti la caserma dei carabinieri a Rende.
Tra conferme e smentite, sembrerebbe un estremo gesto di protesta perché sospeso dal lavoro in quanto non vaccinato.
Rispettoso e nella speranza che presto possa star bene, mi limito a comprendere quale tragedia intima abbia sconvolto la sua esistenza travolta, con la perdita del lavoro, da una legge che non rispetta la libertà di scelta dell’individuo e i valori sanciti dalla costituzione.
Gesto estremo, protesta estrema, ma simbolicamente significativa. Ed ora mi taccio, gli eroi vanno rispettati.

Fonte: Byo blu

Articoli correlati
ArteCulturaLe eccellenzeSlide-mainVenezia

Quarta edizione della Biennale del Merletto

2 minuti di lettura
A Burano è iniziata la quarta edizione della Biennale del Merletto. In programma da luglio “I venerdì del merletto” con dimostrazioni di…
AttualitàIntervisteMogliano VenetoNewsSlide-mainVideo

La missione di Denny, salvare vite

1 minuti di lettura
Denny Castiglione, mister preferenze alle elezioni comunali di Mogliano, e il suo impegno nei teatri problematici del mondo Mogliano Veneto (TV) –…
CulturaIstruzioneMarca TrevigianaMusicaTempo libero

Grande successo per il Festival Cultura Liberata

2 minuti di lettura
Festival Cultura Liberata: se l’anno scorso i ragazzi dell’organizzazione avevano stupito, quest’anno hanno lasciato tutti a bocca aperta CONEGLIANO (TV) – Nella…