Home / Food & Lifestyle  / Lifestyle  / Seminario di movimenti e danze sacre di Gurdjieff a Treviso

Seminario di movimenti e danze sacre di Gurdjieff a Treviso

L'armonia con sé stessi e con gli altri è il senso profondo dei movimenti e delle danze sacre di Gurdjieff. Il seminario promosso da Shurta offre un percorso di crescita atto ad approfondire la conoscenza

L’armonia con sé stessi e con gli altri è il senso profondo dei movimenti e delle danze sacre di Gurdjieff. Il seminario promosso da Shurta offre un percorso di crescita atto ad approfondire la conoscenza di sé stessi, ed è adatto a chi pratica i movimenti per la prima volta e a chi lavora già da tempo nell’insegnamento di Gurdjieff.

 

I movimenti e le danze sacre sono un’antica disciplina tramandata per aiutare l’essere umano a contattare ed esplorare il proprio mondo interiore. Sono un insieme di movimenti differenti: figure geometriche, preghiere, danze femminili e rituali maschili provenienti dalla tradizione derviscia. La musica, creata da Gurdjieff, è ricca di armonia, melodia e ritmo. Questi movimenti producono un cambiamento nel corpo, nella circolazione sanguigna, nel ritmo respiratorio, portando uno stato di lucidità e di presenza cosciente.
I seminari rappresentano un percorso di crescita e di conoscenza di sé per vivere in armonia con sé stessi e con gli altri.

 

Programma

• Movimenti e danze sacre nella tradizione di Gurdjieff
• Letture sull’insegnamento
• Meditazione
• Ascolto della musica
• Esercizi di attenzione e presenza
• Momenti di condivisione

 

Dove e quando

Presso Spazio Zero
Via Giambattista Tiepolo, 12
Silea (Tv)
11 – 12 maggio
Orario: 15.30-19.30 il sabato e 10.00-16.30 la domenica (con pausa pranzo)

 

Info utili

La struttura offre un servizio di B&B.

Sono richiesti vestiti comodi, possibilmente di colore bianco o comunque chiaro, senza scritte e un paio di calzini.

Per ulteriore informazioni e per confermare la propria presenza al seminario, telefonare alla Segreteria della Scuola (Riccardo Orlando: cell. 389.5212712); oppure mandare una mail a [email protected]

 

 

Dietro il movimento visibile vi è un altro movimento, che non si può vedere e che è tuttavia molto forte, da cui dipende il movimento esteriore. Se questo movimento interiore non fosse così forte, il movimento esteriore non avrebbe nessuna reazione.

 

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni