Home / Slide-main  / Seconda sconfitta casalinga per il Venezia nel derby veneto con il Chievo: 0-2

Seconda sconfitta casalinga per il Venezia nel derby veneto con il Chievo: 0-2

  Giornata amara ieri al Penzo per il Venezia. Una partita difficile già dai pronostici, il Chievo Verona fino all’anno scorso giocava in Serie A ed è una delle candidate alla vittoria del campionato di

 

Giornata amara ieri al Penzo per il Venezia. Una partita difficile già dai pronostici, il Chievo Verona fino all’anno scorso giocava in Serie A ed è una delle candidate alla vittoria del campionato di B. La partita si complica già alle prime battute per i lagunari, al 4’ Aramu commette un fallo da dietro su Esposito lontano dall’azione di gioco, ma molto vicino all’arbitro Ros, che senza indugio, punisce il giocatore del Venezia con una pesantissima e parecchio contestata, espulsione diretta.

 

In dieci contro undici, gli arancioneroverdi reagiscono con un buon gioco tenendo bene il campo, limitando gli affondi degli avversari e creando anche qualche sporadica azione offensiva.

 

Il primo goal arriva con una clamorosa ingenuità difensiva al finire di un buon primo tempo sostanzialmente giocato alla pari. Modolo batte una punizione all’indietro servendo Cremonesi che però non riesce ad agganciare la palla con il piede sinistro consentendo a Meggiorini di servire Giaccherini liberissimo al centro dell’area un pallone che insacca alle spalle di Lezzerini.

 

Il vantaggio così ottenuto dal Chievo allo scadere del primo tempo permette al tecnico dei veronesi di riorganizzare la squadra. Il Venezia non molla e continua a lottare fino al 64’ quando Djordjevic sgusciando fra Modolo e Cremonesi tocca in rete il goal che chiude la partita.

 

In conferenza stampa del dopo partita, l’allenatore del Venezia, Alessio Dionisi, incalzato da un giornalista di una testata locale, che assolveva di fatto la decisione arbitrale sull’espulsione di Aramu ha così dichiarato:” Aramu non l’ho neanche visto, mi ha detto di aver dato un calcetto. Per uno sgambetto non si espelle, lei è di Venezia o di Verona?

 

Io sono veramente soddisfatto, abbiamo giocato 90 minuti alla pari contro una squadra favorita per vincere il campionato. Oggi non abbiamo sbagliato solo noi. Abbiamo giocato, cambiato campo spesso, non dimentichiamo chi affrontavamo.

 

Non possiamo essere contenti del risultato, ma per fortuna non dobbiamo giocare 38 partite contro il Chievo. Loro avevano voglia di vincere, hanno sfruttato un episodio, approfittando di un nostro errore”. Alla domanda se i tanti fuorigioco fossero casuali o fosse una scelta tecnica, l’allenatore ha così risposto:” I tanti fuorigioco? Non è un caso, sono stati bravi i ragazzi, la stanchezza può cambiare le carte in tavola, da queste cose dobbiamo prendere spunto per la prossima. Abbiamo commesso due errori nel primo tempo, non credo siamo stati gli unici ad aver sbagliato.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni