Food & LifestyleMoglianoSlide-mainTempo libero

San Martin a Mojan: un fine settimana dedicato alla tradizione e al folklore

4 minuti di lettura

Ritorna, nel fine settimana del 5 e 6 novembre, la grande festa di San Martin a Mojan, dedicata alla tradizione rurale e al folklore locale, con numerose iniziative rivolte ai più piccoli ma anche tante curiosità e appuntamenti per gli adulti. Un evento di promozione del territorio che celebra la cultura e le radici contadine, rievocando i ricordi del nostro passato.

«Per promuovere il nostro territorio è importante conoscere il passato e celebrarlo, da questa premessa nasce l’idea di organizzare un evento che ricordi la civiltà contadina – spiega l’Assessore alle Identità e Tradizioni Locali Enrico Maria Pavan. – Per la seconda edizione di San Martin a Mojan il programma riserverà delle novità, quest’anno abbiamo l’onore di essere patrocinati dalla Provincia di Treviso e dalla Regione del Veneto e abbiamo trovato un nuovo partner imprenditoriale che come noi crede in queste iniziative. Per questo motivo ringrazio sinceramente l’azienda Teodomiro Dal Negro srl».
«I bambini – prosegue – potranno realizzare con le loro mani il proprio dolce di San Martino, andare in pony, in carrozza o coccolare gli animali dell’aia e delle stalle, perché la fattoria viene portata letteralmente in piazza».

«San Martin a Mojan è un momento conviviale dedicato alle famiglie e anche i nostri anziani possono ritrovare in piazza il sapore del passato. L’evento celebra le tradizioni e l’identità contadina del nostro territorio con l’obiettivo di riscoprire la bellezza delle cose semplici e dello stare insieme» commenta il Sindaco Davide Bortolato.

In sintesi, le attività salienti previste per il weekend.

Si comincia sabato 5 novembre con una prima giornata di grande convivialità e di condivisione dei sapori del territorio, rese possibili grazie al grande lavoro della Pro Loco di Mogliano Veneto, di concerto con l’Amministrazione Comunale.

Alle 10.00, l’apertura della Mostra Mercato dei prodotti tipici regionali e della mostra “Le Spezie della Serenissima” a cura di Veneto a Tavola.

Nel pomeriggio, alle 15.00, lo spettacolo in piazza “Il mantello di San Martino” con il racconta storie allieterà i bambini presenti.

Nel frattempo, sotto il tendone della festa, gli adulti potranno iscriversi alla gara di scopa all’asso a coppie, sponsorizzata dalla Teodomiro Dal Negro srl, con inizio previsto alle 15.30.

L’evento clou è in programma alle 16.00, quando San Martino farà il suo ingresso in piazza a cavallo e proprio come narra la storia che tutti i bambini veneti conoscono, taglierà un pezzo del suo mantello per donarlo al poverello infreddolito che incrocia il suo cammino. I bambini potranno farsi scattare una foto con San Martino e riceveranno in dono il dolce in pasta frolla che lo rappresenta, prodotto da una nota pasticceria moglianese.

Alle 17.30 nell’area laboratori, si potranno iniziare a degustare i cicchetti alle spezie offerti dagli organizzatori, prima di eventualmente fermarsi alla cena (su prenotazione) con specialità a base di oca delle 19.30 sotto la tendostruttura della Mostra.

Durante la giornata di sabato sarà anche possibile visitare la mostra del Tabaro, in collaborazione con l’Associazione Culturale “Ea congrega del Tabaro” e il Tabarrificio Trevisano, e altresì degustare cicchetti, castagne, vino nuovo, panini con salsiccia, musetto, patatine fritte ed altre specialità enogastronomiche autunnali, nel gazebo allestito in Piazza Caduti.

Domenica 6 novembre, alle 9.00, la tradizione fa il suo ingresso in Piazza Caduti con il gruppo folkloristico Pastoria del Borgo Furo e i suoi “Mestieri de na volta”. Spazio quindi alla musica folk, alle 10.00, con il coro del Palio di Zero Branco.

Alle 10.30 i bambini avranno la possibilità di mettere le mani in pasta con il laboratorio di pasticceria a loro dedicato dove, sotto la guida di un esperto, potranno imparare ad impastare, cuocere e decorare il proprio dolce di San Martino, che poi porteranno a mamma e papà.

Sempre alle 10.30 un breve momento istituzionale è riservato alle autorità che, nella centralissima Piazza Caduti, apriranno ufficialmente la Fiera con il taglio del nastro.

Alle 11.30, mentre riprende l’intrattenimento musicale, ci si prepara alla tradizionale benedizione dei trattori e delle macchine agricole, cui seguirà lo stappo delle botti del vino novello e un brindisi finale per tutti previsto alle 12.00.

Alle 13.00, sotto la tendostruttura in Piazza Caduti, la Pro Loco e il ristorante Before propongono una carrellata di specialità tipiche, anche per asporto.

Le attività del pomeriggio prendono avvio alle 14.30 con il grande Gioco dell’Oca riservato ai bambini, che al termine riceveranno un dolce di San Martino.

Alle 15.30 il divertimento per i più piccoli continua con la passeggiata in pony della Scuderia Ippogrifo di Peseggia e/o con il giro in carrozza con tiro a due per bambini. Per gli adulti, invece, finale di gara scopa all’asso a coppie ed esibizione del Gruppo folkloristico Pastoria del Borgo Furo con danze e canti della tradizione contadina.

Alle 17.00 è il momento di W San Martin, con taglio e degustazione gratuita dei dolci di San Martino preparati dalle pasticcerie e dai panifici moglianesi, prima della chiusura ufficiale prevista a partire dalle 19.00.

Durante la giornata di domenica sarà ancora possibile visitare la mostra delle spezie, del Tabaro e del Dolce di San Martino in collaborazione con le pasticcerie e i panifici di Mogliano Veneto, continuando a degustare cicchetti, castagne, vino nuovo, panini con salsiccia, musetto, patatine fritte ed altre specialità enogastronomiche autunnali, nel gazebo allestito in Piazza Caduti, oltre allo spiedo e alla presentazione dei vini nuovi delle cantine della Città e alla mostra delle macchine per la raccolta dell’uva.

In via Don Bosco sarà contemporaneamente possibile visitare altre mostre:
• animali da fattoria (in collaborazione con le aziende agricole)
• trattori Landini e macchine agricole (in collaborazione con le famiglie Scattolin Giovanni e Carraro)
• mezzi meccanici per l’agricoltura e non (in collaborazione con Azienda GIESSE MACCHINE S.R.L.)
• attrezzature per la cura di orti e giardini (in collaborazione con OMPRA)
• moto d’epoca (in collaborazione con Moto Club Mogliano).

Articoli correlati
MestreSlide-main

Dedicato a Don Franco De Pieri il nuovo ponte ciclopedonale in riviera Marco Polo

1 minuti di lettura
La Giunta comunale riunita ieri ha approvato, su proposta dell’assessore alla Toponomastica Paola Mar, la delibera con la quale si autorizza l’intitolazione a Don…
AnimaliMargheraMestreSlide-mainVenezia

Colonie feline, arriva il bando per i contributi finanziari del Comune di Venezia

1 minuti di lettura
La Giunta comunale riunita ieri ha approvato, su proposta dell’assessore all’Ambiente Massimiliano De Martin, la delibera che contiene gli indirizzi, i requisiti e i…
Slide-mainTrevisoTutela del Cittadino

Carabinieri e pagamenti online, 5 denunce per truffa

1 minuti di lettura
I CC della Stazione di Dosson di Casier hanno denunciato, per truffa in concorso, un 18enne residente a Roma e una 38enne,…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio