PreganziolSlide-main

Sambughè: i bambini della materna hanno di nuovo i giochi rubati prima di Natale

2 minuti di lettura

Il furto è avvenuto qualche giorno prima di Natale. I ladri si sono intrufolati all’interno della scuola materna “Maria Immacolata” di Sambughè di Preganziol, rubando un computer in uso alle maestre per la didattica e i giochi dei bambini.
 
Dopo un primo momento di sconforto, è scattata una gara di solidarietà per poter far riavere alla scuola tutto il materiale rubato nel più breve tempo possibile.
 
Ad un mese dal furto, il 24 gennaio, è avvenuta la consegna da parte di “CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia” di un nuovo computer portatile per le maestre dell’asilo. A consegnare il pc è stato il presidente Tiziano Cenedese, che ha così spiegato: “La decisione di regalare un nuovo computer, rispecchia la nostra attenzione alle necessità del territorio. In particolare nei confronti di una istituzione come l’asilo che per molte famiglie di Preganziol rappresenta un approdo sicuro per i propri bambini e quindi un servizio essenziale per la comunità”.
 
La giunta del Comune di Preganziol ha voluto contribuire attivamente. Il sindaco Paolo Galeano e tutti gli assessori hanno versato parte delle loro indennità da amministratori per l’acquisto del nuovo “cucinino”. Il sindaco ha così commentato: “Riscontriamo con enorme piacere la disponibilità di varie realtà a seguito dell’accaduto. Si è subito instaurata una bella sinergia fra diversi attori con l’unico intento di dare un concreto segno di vicinanza a seguito del brutto fatto successo”.
 
Il comitato dei genitori “8MEM” (che raggruppa i rappresentanti dei genitori delle scuole di Preganziol), utilizzando parte dei fondi derivanti dalla vendita dei libri effettuata a dicembre, ha donato un gran numero di simpaticissimi peluche di stoffa.
 
Don Gabriele Bittante, parroco della Parrocchia di Sambughè e presidente della scuola materna, ha così commentato: “In questa occasione come accaduto fin dai primi giorni susseguenti il furto, abbiamo sentito vicina la comunità che con telefonate e fatti concreti ha dato dimostrazione di avere a cuore la nostra scuola materna che rappresenta un polo educativo e socialità oltre che un utile servizio alle famiglie. Ringrazio quindi, anche a nome dei bambini e del personale, CentroMarca Banca, il comitato “8MEM” e tutte le rappresentanze politiche e ogni singolo cittadino che ha dimostrato la propria vicinanza alla nostra scuola attraverso modi diversi. Nell’esperienza negativa – conclude don Gabriele – abbiamo potuto sperimentare il bello della solidarietà e quindi, anche se non sembra bello a dirsi, grazie un po’ anche i ladri”.
 
Ph e Fonte: OggiTreviso

Articoli correlati
MestreSlide-mainVenezia

Mestre, scappa alla vista degli agenti, bloccato con dosi di hashish pronte allo spaccio

1 minuti di lettura
La radiomobile della Polizia locale si ferma davanti a un attraversamento pedonale per far attraversare un giovane in sella alla sua bicicletta,…
MargheraMestreSlide-mainVenezia

Venezia. Possibili gelate notturne: spargisale in azione dalla mezzanotte

1 minuti di lettura
La Protezione civile e la Centrale operativa della Polizia locale del Comune di Venezia comunicano che, vista la possibilità di gelate nelle…
Slide-mainTreviso

Il cordoglio della Cisl per la scomparsa di Luigi Cal

1 minuti di lettura
Grande il cordoglio della Cisl Belluno Treviso per la scomparsa di Luigi Cal, ex direttore per l’Italia e San Marino dell’Organizzazione Internazionale…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!