AttualitàMestreSlide-main

Sale in autobus con un coltello. Autista Actv finge guasto e lo consegna alla Polizia. I complimenti di Brugnaro

1 minuti di lettura

Ci vogliono spirito di attenzione, intraprendenza, lucidità e calma olimpica per spiegare quello che è successo ieri sera a Mestre. Che si è risolto nel migliore dei modi grazie solamente a G.M., 34 anni, autista del 31h di Actv.

MESTRE – Sono le 20 di martedì 17 gennaio. Fermata della stazione. Un passeggero asiatico sale sull’autobus 31h diretto all’ospedale. L’autista si accorge che ha un coltello di 15 centimetri semi nascosto dalla giacca.

Senza perdere la calma e allarmare in alcun modo i passeggeri, attiva la telecamera di sorveglienza a bordo del mezzo, avvisa la centrale operativa e le forze dell’ordine con il cellulare, parlando all’auricolare.

Parte regolarmente, percorre un tratto di strada ma poi, in via Torino, simula un guasto dell’autobus. Invita i passeggeri ad avere pazienza, in attesa che arrivi il mezzo sostitutivo. Invece arrivano tre volanti della Polizia: gli agenti salgono sul 31h e prendono in consegna l’uomo.

G.M., 34 anni, orgini pugliesi, da poco in Actv: l’eroe del giorno è lui, tanto da ricevere il pubblico ringraziamento del Sindaco Luigi Brugnaro.

“A nome della Città e mio personale, voglio esprimere il più sentito ringraziamento a G.M., autista Actv, per aver affrontato con grande coraggio e lucidità una condizione di pericolo. Complimenti davvero per non essersi voltato dall’altra parte e per aver gestito e coordinato, insieme alla centrale operativa aziendale AVM e agli agenti della Polizia, una situazione rischiosa senza creare allarmismo tra i passeggeri. Fingendo un guasto al mezzo ha permesso l’arrivo delle pattuglie, evitando che la situazione si aggravasse. L’importanza del coordinamento che abbiamo costruito in questi anni con il Comune, la Polizia Locale, le Forze dell’Ordine e le società partecipate, insieme al potenziamento del sistema di videosorveglianza cittadino e a bordo dei mezzi, trova in questo episodio ulteriore conferma. Nel ribadire nuovamente il mio plauso per quanto compiuto dall’autista, esprimo gratitudine per il lavoro che i singoli dipendenti e agenti svolgono ogni giorno per garantire i servizi e la sicurezza ai nostri cittadini. Anche oggi Venezia ha dato prova di poter contare su persone di coraggio e di responsabilità che non si rassegnano a chinare il capo davanti a situazioni di pericolo e di degrado sociale. Una notizia che ci rincuora e ci dà la forza per continuare ad impegnarci per fare di Venezia una città sempre più sicura e orgogliosa”.

Articoli correlati
AttualitàEsteriSlide-main

Un Veneto tra i dispersi del terremoto in Turchia

2 minuti di lettura
Si chiama Angelo Zen e i familiari non hanno sue notizie da domenica scorsa, 5 febbraio. Continua ad aggravarsi il bilancio delle…
LavoroMarca TrevigianaSlide-main

Carabinieri: tre attività sospese nel settore dell’edilizia in provincia di Treviso

2 minuti di lettura
Il Nucleo Ispettorato Carabinieri del Lavoro di Treviso, in collaborazione con le articolazioni territoriali del Comando Provinciale Carabinieri, ha svolto nei giorni…
Slide-mainSportVenezia

Umana Reyer, inizia in Lituania l'avventura di coach Tucci

1 minuti di lettura
Mercoledì 8 febbraio alle 18.00 italiane l’Umana Reyer scenderà in campo alla Kalnapilio Arena di Panevėžys nella prima partita post era De…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio