MoglianoSlide-main

Rita Fazzello si dimette dalla Consulta Pari Opportunità, ecco le sue ragioni

2 minuti di lettura

Pubblichiamo la lettera di dimissioni dalla Consulta Pari Opportunità della Consigliera Rita Fazzello. La Fazzello nella lettera spiega le cause di questa sua scelta, molto sofferta ma senza alternative, e si augura che questo organismo continui ad esistere, funzionale e augura un proficuo lavoro alla nuova Presidente della Consulta.
 
Comunico al Sindaco   le mie dimissioni  da componente e vicepresidente della Consulta pari opportunità ( art. 5 comma 3 del Regolamento ), per dar spazio ad altri impegni.
Desidero segnalare che ho apprezzato molto l’opportunità che mi è stata offerta, tramite regolare elezione da parte del Consiglio comunale, di far parte di questo Organismo democratico di grande importanza, a tutela dei principi di uguaglianza delle donne e dei più deboli della società moglianese.
 
 In tal senso, posso testimoniare che è stato fatto il possibile, nel rispetto delle finalità e delle funzioni della Consulta, fin dal momento del suo insediamento da parte di questa Amministrazione, prima con l’Assessore Iorio e poi con l’Assessore Baù, fino all’attuale Assessore Ceschin, rimanendo operativi anche dopo le dimissioni della Presidente  Katia Dal Gesso.
 
In particolare, i componenti della Consulta, nel periodo settembre- dicembre 2017,  hanno:
– individuato quasi tutti i  componenti mancanti ( poi nominati dal Sindaco come previsto dal Regolamento)
– ideato e realizzato il logo della Consulta
 – predisposto e approvato all’unanimità il programma annuale 2017/2018, poi  presentato all’Amm. Com. tramite l’assessorato competente
 
 – realizzato, con il supporto dell’ufficio cultura e dell’Assessorato alle pari opportunità,   le manifestazioni previste  per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne.  A questo proposito è opportuno segnalare che lo spettacolo ‘Las Mariposas’  della Compagnia  teatrale ‘Attori per caso’ ha avuto notevole riscontro e gradimento da parte del pubblico numeroso,   che ha riempito l’auditorium dell’Astori. Inoltre è stato molto positivo il coinvolgimento del Capo d’Istituto, degli insegnanti  e degli studenti del Liceo Berto. E’ stato attivato un progetto e gli studenti hanno prodotto materiali specifici, compreso un suggestivo video clip, sul tema della violenza contro le donne.  Una replica dello spettacolo è stata chiesta espressamente dal Liceo Berto e avrà luogo sabato 20 gennaio 2018 presso il teatro Busan, con il patrocinio dell’Amm. Comunale e il logo della Consulta.
 
– organizzato occasioni di aggiornamento e formazione sulle pari opportunità e sulle buone prassi nella nostra Regione
 
 Il programma e le attività sono il risultato di un lavoro di squadra da parte dei componenti della Consulta, motivati e collaborativi, senza eccezione alcuna.
Desidero ringraziare l’Assessore di reparto, al quale si deve l’appoggio convinto a questo organismo comunale, la ricerca di una sede per le riunioni, la disponibilità concreta di risorse economiche. Mi auguro che possa completare l’iter, già avviato, per entrare a far parte della Commissione Pari Opportunità  intercomunale.
Altra fase importante da concludere è quella del programma della Consulta P.O,  approvato l’8 settembre 2017  e presentato   in Giunta tramite l’Assessore. Sarebbe importante dar seguito a quanto previsto nell’art. 10 comma 1 e comma 2 del Regolamento.
 
Ringrazio sinceramente l’ufficio cultura, per il supporto competente che è stato sempre garantito, per ogni necessità burocratica ed organizzativa della Consulta.
Nella riunione di Consulta P.O di venerdì 12 gennaio è stata eletta Presidente Irene Righetto, una giovane componente  e consigliera comunale, disponibile ad assumere tale incarico e votata all’unanimità.
 
Auspico che sia possibile  conseguire gli obiettivi previsti nel programma  della Consulta P. O con questa giovane guida, cui non manca entusiasmo, coraggio e cultura.
Cordiali saluti
Rita Fazzello

Articoli correlati
LavoroSlide-mainTreviso

Tragedia sul lavoro nella Marca, muore un 57enne

1 minuti di lettura
La Cisl chiede più controlli, più personale per i sopralluoghi e la prevenzione, pene più severe ed educazione alla sicurezza obbligatoria per…
SaluteSlide-mainTrevisoVeneto

Il “Giovanni XXIII” dona 5000 euro alla Lilt per l’acquisto di un nuovo ecografo

2 minuti di lettura
La neoplasia al seno è la prima causa di morte nella donna ed è sempre maggiore il numero delle giovani che vengono…
MestreSlide-mainSocialeVenezia

L'assessore Costalonga all'Emporio solidale per la consegna di indumenti da donare ai detenuti

1 minuti di lettura
Una mano tesa a chi vive situazioni di difficoltà e un aiuto ancora più sentito in questo perido che porta al Natale….

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio