Città Metropolitana di VeneziaItaliaSlide-mainSportVeneziaVideo

Reyer femminile campione d’Italia

3 minuti di lettura

L’Umana Reyer femminile espugna Schio in gara 3 e diventa campione d’Italia per la terza volta nella sua storia.

I sogni son desideri, in questo caso si va oltre ai sogni stessi. In una sfida infinita che dura da vent’anni ormai, l’Umana Reyer Venezia riesce nell’impresa di espugnare il fortino di Schio e vincere il suo terzo scudetto. Dopo i successi del 1946 e del 2020/21, le orogranata tornano sul gradino più alto del podio in una serie dominata e condotta fin da gara 1.

Nulla ha potuto la maggior esperienza di Schio, guidate dalla leggenda Giorgia Sottana, una delle tante ex presenti in campo. Questa Reyer ne ha di più, con tutta la giovinezza di Awak Kuier e Matilde Villa e va a chiudere la serie in gara 3 per 74-80.

Reyer campione d’Italia!

La partita

Fuori dalle dodici di Venezia Makurat per la rotazione delle straniere e Gorini indisposta, per Schio resta fuori Sivka.

Coach Mazzon mette in campo il solito quintetto con Villa, Held, Fassina, Kuier e Shepard. L’inizio è tutto per le padrone di casa che con Reisingerova, Juhasz, Verona, si porta avanti 7-2. Venezia trova punti solo dalla lunetta con la diciannovenne Villa.

Shepard e Kuier trovano i primi due canestri dal campo. È un botta e risposta tra playmaker con Villa, Sottana e Verona protagoniste (13-11). Kuier trova la parità al 7′ a quota 13, ma Parks risponde subito. Venezia non è precisa al tiro e Schio sul finale fa un mini break chiudendo il primo quarto avanti 19-15.

La seconda frazione di gioco vede Reisingerova e Keys allungare sul +7. Villa e Fassina riportano le orogranata sotto di un solo possesso (22-19), ma le padrone di casa approfittano delle basse percentuali veneziane per strappare sul 27-19 costringendo coach Mazzon al time out. Shepard accorcia, Guirantes e Sottana sono ciniche e firmano il massimo vantaggio 32-22.

Venezia non si disunisce e anzi, infila un break di 10-1 con Kuier, Pan da tre e Cubaj in lunetta. Fassina nell’ultimo possesso della frazione ruba palla segnando in contropiede una tripla incredibile allo scadere, 33-32 al 20′.

Il rientro dagli spogliatoi vede la Reyer andare subito in vantaggio con il canestro di Kuier. Berkani segna in sottomano. Siamo 33-36. Si sblocca Juhasz con 8 punti in fila (41-38) e, dopo quasi quattro minuti, Schio torna a segnare. Kuier ha deciso che sarà lei l’Mvp delle Finals: segna prima il canestro della parità, poi infila due triple consecutive e una stoppata per il 41-48 con il canestro di Cubaj.

Sale in cattedra l’immortale Sottana con tutta la sua esperienza, Berkani sfrutta il bonus e mette i due liberi ma è ancora Cubaj a trovare il massimo vantaggio Reyer, 44-52. Il finale di frazione sorride al Famila che chiude 48-52 al 30′.

L’ultimo quarto è una girandola di emozioni. Verona subito a segno per il -2 Schio, poi 4-0 orogranata firmato Villa Fassina (50-56). Keys segna la sua prima tripla di frazione, Guirantes porta a -1 Schio. L’Umana continua ad attaccare con aggressività e costringe ancora una volta Schio al bonus di falli.

Villa trova la bomba del 56-60, Guirantes è caldissima e risponde. Fassina propizia il nuovo +5 orogranata a metà frazione, Berkani firma il +7 Umana. Guirantes non si arrende, poi Parks dall’angolo colpisce di tabella da tre. Partita di nuovo in parità 3’26” con Verona (67-67).

La Reyer sfrutta il bonus con Kuier e Berkani. Altra bomba di Keys, ancora pari 70. Finale rovente: Juhasz per il +1 Schio, Berkani è glaciale dalla media, avanti l’Umana. La tripla dall’angolo di Parks sembra indirizzare la gara verso Schio, ma dopo il time-out Kuier trova un fantastico gioco da tre punti, ancora +1 Venezia, 74-75. Le orogranata difendono forte e Sottana sbaglia, Villa subisce un fallo antisportivo e fa 1 su 2. Va in lunetta anche Berkani e fa 4 su 4: 74-80 Umana.

E che la festa abbia inizio: l’Umana Reyer Venezia femminile è campione d’Italia!

Il tabellino

Finale: Famila Wuber Schio – Umana Reyer Venezia 74-80

Parziali: 19-15; 33-32; 48-52

Famila Wuber Schio: Juhasz 14, Bestagno, Sottana 10, Verona 9, Guirantes 14, Mutterle ne, Crippa, Parks 13, Keys 11, Penna, Reisingerova3. All.Dikaioulakos

Umana Reyer Venezia: Logoh ne, Berkani 14, Villa 14, Nicolodi, Pan 5, Meldere, Held, Cubaj 6, Fassina 11, Santucci, Shepard 5, Kuier 25. All.Mazzon

Articoli correlati
NarrazioneSlide-main

La mia passione oltre le molestie

1 minuti di lettura
Sarà presentato sabato prossimo, 22 giugno, a Mestre, il libro di Anna Giuliano dal titolo: “Io sono Anna – La mia passione…
AttualitàPoliticaSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024Zero Biscuit

Fumata nera per i vertici dell'Unione Europea

1 minuti di lettura
È l’accordo che manca, anche se nei preamboli la direzione è giusta. Questo in sintesi il riassunto del primo appuntamento fra i…
ArteCulturaLe eccellenzeSlide-mainVenezia

Quarta edizione della Biennale del Merletto

2 minuti di lettura
A Burano è iniziata la quarta edizione della Biennale del Merletto. In programma da luglio “I venerdì del merletto” con dimostrazioni di…