Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainSportVenezia

Reyer cade a Brescia

3 minuti di lettura

L’Umana Reyer cade a Brescia con la capolista Germani 90-84. Quasi matematica la certezza di essere tra le prime quattro per i Playoff.

BRESCIA – Altra sconfitta per Venezia dopo quella con la Virtus della scorsa settimana. Dopo un Match molto combattuto, l’Umana Reyer Venezia cade a Brescia con la capolista Germani Brescia 90-84 e saluta il primo posto in classifica. Fondamentale ora sarà rimanere tra le prime quattro per ottenere il vantaggio del fattore campo nel primo turno della post season.

La partita

Quintetto base con in campo Brooks, Spissu, Tucker, Casarin e Tessitori. La partita inizia subito con ritmi molto alti, in clima già playoff. Brescia tocca al massimo il +3 (9-6) poco prima di metà periodo, ma Venezia risponde prontamente con Spissu e Kabengele da tre. Dal 16-17 dell’8′ (tripla di Heidegger), la Germani prova l’allungo (22-17), ma Kabengele dalla lunetta riporta la distanza a un solo possesso al 10′: 22-19.

I padroni di casa si portano a +6 in avvio di secondo quarto, ma risponde Wiltjer con 8 punti di fila per il 25-27 al 12′. Brescia prova a correre, ma nonostante un fallo di capitan De Nicolao convertito in antisportivo con l’instant replay, non va mai oltre il +3. Con entrambe le squadre al bonus dopo meno di 4′, l’Umana Reyer torna avanti con l’and one di Casarin del 31-32 a metà periodo.

I padroni di casa trovano un altro minibreak di 6-0 (37-32 al 16′). Dopo una serie di palle perse su entrambi i fronti, è di nuovo parità, a 39, a 48” dalla fine, con la schiacciata di Kabengele dopo quella di Tucker in contropiede e la tripla di Heidegger. La tripla di Bilan e il buzzer beater di Christon, dopo il 2/2 ai liberi di Spissu, mandano infine le squadre negli spogliatoi sul 44-41.

Gli orogranata cambiano due uomini nel quintetto iniziale del secondo tempo con Heidegger e Kabengele al posto di Casarin e Tessitori. La tripla di Spissu impatta il risultato per poi allungare con Brooks, Heidegger da 3 (dopo stoppata di Kabengele) e da 2 per il 46-51 al 22′.

La partita procede a strappi: si passa dal 48-53 al 56-53 al 24’30”, con time out di coach Spahija, che reinserisce Wiltjer, il quale si presenta subito con due triple consecutive. È Brescia a chiamare time out sul 56-63 al 26’30”, uscendone bene (4-0), ma poi subendo due canestri di Kabengele ben pescato da Spissu e Parks (60-67 al 28’30”).

Un fallo di Heidegger che diventa antisportivo con l’instant replay dà però il la al finale della Germani che, anche grazie a 4 rimbalzi offensivi nell’ultima azione, ricuce sul 65-67 al 30′.

L’ultimo quarto vede una sterilità in attacco, con coach Spahija che chiama time out al 32′ sul 66-67, dopo la decima palla persa di squadra, reinserendo Tessitori e Tucker. Brescia passa avanti (69-67) al 33′ con un’altra tripla di Bilan, poi imitato da Della Valle che tocca i 3500 in A, ripetendosi dall’arco, dopo i primi due del quarto orogranata di Brooks, per il 75-69 al 34′.

La Germani arriva al bonus e Tucker dalla lunetta, Parks e Tessitori pareggiano a 75 al 35’30”. Di nuovo Brescia si prende due possessi di vantaggio (79-75 al 37′), De Nicolao risponde subito da 3 e si entra negli ultimi 2′ sull’82-79. Tucker e Burnell segnano un solo libero (83-80 al 38’30”), poi a 47” dalla fine Massinburg mette la tripla dell’86-80.

La panchina orogranata chiama il time out e Kabengele subisce subito fallo a rimbalzo offensivo, mettendo i liberi dell’86-82 a -42”. Dal time out bresciano, invece, nasce un recupero difensivo orogranata, con fallo di Bilan su Spissu a -21” (2/2 e 86-84). La precisione di Della Valle dalla lunetta sul pronto fallo sistematico di Tucker, ma soprattutto il recupero di Massinburg su Heidegger, con schiacciata in contropiede, chiudono però i giochi sul 90-84.

Il prossimo impegno di campionato vedrà il derby con Treviso domenica 21 al Taliercio alle 17.30.

Il tabellino

Parziali: 22-19-; 44-41; 65-67

Germani: Christon 15, Gabriel 7, Bilan 17, Burnell 16, Massinburg 12, Tanfoglio ne, Della Valle 15, Petrucelli ne, Cobbins 2, Cournooh 3, Akele 3, Porto ne. All. Magro

Umana Reyer: Spissu 12, Tessitori 4, Heidegger 11, Casarin 3, De Nicolao 3, Janelidze ne, Kabengele 15, Parks 2, Brooks 8, Simms ne, Wiltjer 15, Tucker 11. All. Spahija.

Articoli correlati
MondoSlide-mainSociale

Giornata Mondiale dei Bambini: riflessioni e impegni per un futuro migliore

2 minuti di lettura
Il Coordinamento Nazionale dei Docenti della Disciplina dei Diritti Umani (CNDDU), in occasione della Prima Edizione della Giornata Mondiale dei Bambini, propone…
AttualitàItaliaSlide-main

L'ipotesi del servizio civile o militare obbligatorio

1 minuti di lettura
Due opzioni, a scelta, per sei mesi: impegno civile o formazione militare. La Lega ha avanzato una nuova proposta di legge per…
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVenezia

Nuove strade a Venezia: tra i nomi Giulia Cecchettin e Don Armando Trevisiol

2 minuti di lettura
La Giunta comunale ha deliberato dieci nuove intitolazioni di strade, rotonde e parchi, onorando figure significative che hanno lasciato un’impronta indelebile nella…