Home / Cultura  / Istruzione  / “Red Land – Rosso Istria” nelle sale cinematografiche italiane per ricordare il martirio del popolo istriano, giuliano e dalmata

“Red Land – Rosso Istria” nelle sale cinematografiche italiane per ricordare il martirio del popolo istriano, giuliano e dalmata

Ricordare il martirio e il sacrificio del popolo istriano, giuliano e dalmata è un impegno e un imperativo dovuto alla memoria di migliaia di morti e ai 350.000 italiani che, dal settembre 1943, furono costretti

Ricordare il martirio e il sacrificio del popolo istriano, giuliano e dalmata è un impegno e un imperativo dovuto alla memoria di migliaia di morti e ai 350.000 italiani che, dal settembre 1943, furono costretti dall’odio etnico ad abbandonare le loro case, i loro beni e il loro lavoro, per disperdersi come esuli in varie parti di Italia e del mondo intero.

 

Il 10 febbraio sarà celebrato il Giorno del Ricordo per non dimenticare, e anzi, per far conoscere alle nuove generazioni il sacrificio di tanti innocenti connazionali. Quest’anno le celebrazioni saranno sostenute e amplificate da un grande evento: il prossimo 5 febbraio, in cento sale cinematografiche di altrettante città italiane sarà proiettato Red Land – Rosso Istria, l’intenso film firmato da Maximiliano Hernando Bruno, che narrando la vita e il martirio della giovane studentessa istriana Norma Cossetto, racconta in un tragico affresco quei drammatici giorni, e lo fa in un crescendo epico di dolore, paura e disperazione.

 

Il film voluto, prodotto e distribuito da Venicefilm, con il sostegno della Regione del Veneto e della Regione Lazio, in collaborazione con Rai Cinema, ANVGD (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) e FederEsuli, si avvale dell’interpretazione di star internazionali come Franco Nero e Geraldine Chaplin. La giovane Norma ha il volto dolce ed espressivo della brava Selene Gandini e Romeo Grebensek dipinge con grande efficacia l’odio, la rabbia e la ferocia del carnefice titino.

 

 

Il progetto sostenuto dalle associazioni degli esuli, da amministratori comunali e regionali, da senatori e deputati, convinti della forza di penetrazione del grande schermo, avrà l’indiscutibile merito di rinnovare e conservare la memoria ma soprattutto di far conoscere alle nuove generazioni la tragedia e l’esodo di un popolo.

 

Ogni proiezione sarà  introdotta da un breve dibattito con le testimonianze di esuli e dei loro discendenti, interventi di istituzioni, rappresentanti del mondo politico, storici e associazioni, alla presenza – dove sarà possibile – del cast e del regista.

 

Ospite al Cinema Careni di Pieve di Soligo sarà il Presidente della VI Commissione Consiliare, il dott. Alberto Villanova, che da subito si è preso a cuore la questione e l’ha portata in Consiglio Regionale, dove ieri è stata approvato all’unanimità la mozione da lui presentata, affinché il film Red Land – Rosso Istria sia proiettato in tutto il territorio regionale.

 

“Ritengo sia importante trasmettere e portare all’attenzione delle giovani generazioni ciò che è successo e ciò che hanno vissuto i nostri fratelli nell’allora terra veneta. La VI Commissione Consiliare (che si occupa di Attività culturali, Istruzione, Ricerca scientifica, Sport, Turismo) si riunirà il prossimo 6 febbraio per commemorare il Giorno del Ricordo. In questa occasione ha esteso l’invito a due classi. Questo in via del tutto eccezionale, perché di solito l’evento è chiuso al pubblico”.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni