Home / Cultura  / Istruzione  / Primo giorno d’apertura delle scuole d’infanzia comunali

Primo giorno d’apertura delle scuole d’infanzia comunali

Primo giorno di scuola stamattina per i bambini che frequentano gli istituti d'infanzia comunali: coinvolti 1100 bimbi, 140 maestre e 85 ausiliarie. L'assessore alle Politiche educative Paolo Romor, come in occasione dell'apertura lunedì scorso dei

Primo giorno di scuola stamattina per i bambini che frequentano gli istituti d’infanzia comunali: coinvolti 1100 bimbi, 140 maestre e 85 ausiliarie. L’assessore alle Politiche educative Paolo Romor, come in occasione dell’apertura lunedì scorso dei nidi comunali, ha effettuato alcuni sopralluoghi: si è recato alla scuola “Ca’ Bianca”, situata in via Sandro Gallo al Lido di Venezia, e alla “Diego Valeri” di fondamenta dei Cereri a Dorsoduro.

 

“Quest’ultima è stata completamente ridipinta internamente e rientra nella quarantina di istituti scolastici che hanno beneficiato di interventi di manutenzione straordinaria da parte del Comune nel corso della chiusura estiva – ha commentato Romor – tra le operazioni ultimate il restauro degli intonaci, della muratura interna e la verifica degli impianti della Vecellio a Mestre, le ridipinture di Comparetti, San Girolamo e Arcobaleno in centro storico, la ristrutturazione del pavimento in legno all’Airone, l’ampliamento del Pollicino, la soluzione alla risalita dell’umidità nella Gori e nel Melograno”.

 

“Queste visite sono state l’occasione per esprimere un ringraziamento a tutto il personale docente, ausiliario e amministrativo, per il lavoro che svolgono nell’ambito di un servizio che risulta sempre percepito come eccellente – ha sottolineato l’assessore – Riguardo al personale, voglio ricordare che le scuole d’infanzia comunali, unitamente ai nidi, sono interessate da una grande campagna di stabilizzazioni, come da intesa con le parti sociali. La Giunta ha infatti già deliberato l’assunzione di 32 maestre con cui si copriranno tutte le cessazioni per il 2018 e il 2019 e si potrà anche, da subito, costituire una squadra ‘jolly’ per la sostituzione delle assenze giornaliere. In questo modo l’Amministrazione garantisce l’efficienza dei servizi e, al contempo, sana la situazione di tutte le maestre che erano state lasciate, a volte da oltre 10 anni, in situazione di precariato“.

 

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni