Slide-mainSportVenezia

Prima vittoria stagionale al Pier Luigi Penzo per il Venezia sulla Salernitana grazie al gol dell’ex Bocalon

2 minuti di lettura

Sono appena passati quattro mesi dalla sfida playout tra Venezia e Salernitana che sancì la salvezza dei granata in Serie B, dopo la lotteria dei calci di rigore. Dopo le note vicende che riammisero il Venezia nel campionato cadetto, le due compagini si ritrovano nuovamente al Penzo. Spettacolo dentro e fuori dal campo, i tifosi arancioneroverdi hanno accolto con grande calore gli 800 tifosi granata giunti a Venezia. Al loro arrivo, gli ultras lagunari hanno intonato cori di amicizia. La partita, sostanzialmente giocata alla pari, ha visto subito due azioni goal nei primi sette minuti da parte degli ospiti. Al 4’ Giannetti anticipa Modolo che, a portiere battuto, colpisce in pieno la traversa. Non passano nemmeno tre minuti che con un’azione identica alla precedente, Giannetti supera Modolo e mette in rete, ma questa volta a negare il goal è l’arbitro che annulla il vantaggio granata, per un fuorigioco millimetrico.

 

Dopo questi brividi iniziali il Venezia ritrova ordine ed equilibro impensierendo più volte la difesa della Salernitana.

 

Il goal partita arriva al 43’, Capello costruisce l’azione appoggiando un’ottima palla a Bocalon che si inserisce fra Migliorini e Karo, infilando il portiere granata con un piatto destro. Dopo la rete, il “doge” non esulta in segno di rispetto per la sua ex squadra.

 

Il secondo tempo vede una partita più fisica, caratterizzata da parecchi falli e ammonizioni. Al 10’st i leoni recriminano un presunto fallo di mano di Di Tacchio in area di rigore. A dieci minuti dalla fine mister Ventura prova l’affondo finale passando al 3-4-3. L’occasione arriva cinque minuti dopo al 40’st: corner di Lombardi, colpo di testa di Giannetti ma un miracolo di Lezzerini nega il goal del pareggio. A due minuti dal termine a provarci è il nuovo entrato Jallow ma Lezzerini è attento.

 

Nel post gara, mister Dionisi ha analizzato l’incontro presentandosi per primo in sala stampa: “Non è stato facile portare a casa i 3 punti, davanti avevamo una squadra forte e fisicamente molto importante, è stata una partita dispendiosa da un punto di vista fisico ma siamo contenti. Potevamo essere un pochino più belli, però con queste squadre non è facile. Siamo entrati in campo un po’ contratti e rischiavamo di pagare dazio. Poi siamo venuti fuori ed alla fine abbiamo vinto. Nei 20 minuti iniziali potevamo essere più bravi ma la Salernitana sfruttava l’ampiezza e ci hanno messo in difficoltà. I granata hanno avuto tante occasioni da cross ma siamo stati bravi ad arginarli, credo sia stata una partita avvincente. Noi cerchiamo la continuità nelle prestazioni, poi ovviamente quello che conta sono i risultati perché giochiamo per quello. Ora dobbiamo andare a riconoscerci anche a Crotone, contro la squadra che probabilmente sta esprimendo il miglior calcio del campionato.”

 

Photocredits: VeneziaFC

 

 

 

Articoli correlati
ItaliaSlide-mainSport

Esordio vincente per Soncin

4 minuti di lettura
Esordio vincente con la Svizzera per le azzurre di Soncin nella nuova competizione UEFA Nations League. Basta un gol di Caruso. Martedì…
CulturaVenezia

Il Museo di Storia Naturale di Venezia e la Fondazione Giancarlo Ligabue: incontri con grandi esperti

5 minuti di lettura
Per celebrare il centenario del Museo di Storia Naturale di Venezia e i 50 anni di Cultura Ligabue, si terranno 9 incontri…
Casale sul SileSport

Ritorna 'Il Caimano': domenica a Casale centinaia di giovani rugbisti

1 minuti di lettura
A settembre a Casale sul Sile si tiene il tradizionale Torneo del Caimano, coinvolgendo centinaia di giovani rugbisti nelle categorie under 6,…