AmbienteSlide-mainSostenibilitàTreviso

Poste Italiane, lettere e raccomandate online stampate su carta CFC “amica delle foreste”

2 minuti di lettura

Poste Italiane è sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale sia per i servizi tradizionali, che per quelli più moderni e digitali. I valori dell’ecosostenibilità stanno imprimendo un’accelerazione green a molti prodotti storici, come le lettere e le raccomandate, consentendone la stampa su carta CFC e l’invio online tramite il sito poste.it o l’app ufficio postale.

Inoltre, la sensibilità ambientalista orienta anche lo sviluppo del mondo digitale grazie alle nuove carte prepagate Postepay Green, in materiale biodegradabile e destinate soprattutto ai giovani tra 10 e 17 anni. In provincia di Treviso le carte prepagata Postepay, nelle diverse tipologie, sono in tutto oltre 463mila.

Il servizio di Postaonline è diventato green attraverso l’utilizzo di carta certificata dall’FSC, il Forest Stewardship Council, e utilizzata per le buste e i fogli, a cui si aggiungono le finestrelle per leggere l’indirizzo, presenti sulle buste, e realizzate in cellulosa trasparente e materiale biodegradabile. La certificazione rilasciata dalla ONG internazionale FSC garantisce la corretta gestione delle foreste e la tracciabilità dei prodotti derivati. In particolare, il marchio FSC, con la scritta MISTO, apposto sul retro delle buste, indica che la carta utilizzata proviene da materiale riciclato e/o legno controllato. Questa soluzione permette al destinatario il riciclo completo dell’intera spedizione, riducendo fortemente l’impatto sull’ambiente. Un’ innovazione  particolarmente attuale per molti territori del nord est ancora segnati dal ricordo del tornado Vaia.

Per quanto riguarda il mondo dei pagamenti digitali, la sostenibilità si rivolge espressamente al mondo dei giovani con la nuova carta di pagamento ricaricabile Postepay Green, realizzata in collaborazione con Visa, dedicata ai ragazzi da 10 a 17 anni e prodotta in materiale biodegradabile (composta per l’82% da acido polilattico di origine biologica).

Con Postepay Green, Poste Italiane amplia ulteriormente il campo delle proprie applicazioni in chiave ESG (Environmental, Social e Governance) per la tutela ambientale, favorendo lo sviluppo e l’uso di prodotti ecosostenibili, con l’obiettivo di tagliare il traguardo di 20 milioni di carte biodegradabili entro il 2025.

La gestione della nuova carta è ottimizzata dall’App Postepay, per fare acquisti e pagamenti quotidiani in autonomia, in modalità fisica e digitale, o scambiare piccole somme di denaro con i propri amici; i genitori, invece, possono utilizzare l’App per personalizzare l’uso della carta Green in base alle necessità di spesa del momento.

Dopo aver scaricato l’App Postepay, i ragazzi possono accedere a servizi come i pagamenti nei negozi convenzionati con “Codice Postepay” (basta inquadrare con la fotocamera dello smartphone il codice QR esposto), i pagamenti con lo smartphone tramite Google Pay, i trasferimenti di denaro “p2p” da una carta Postepay all’altra, o l’acquisto del biglietto dei mezzi di trasporto; con Postepay Green, inoltre, si può partecipare al programma ScontiPoste e fare acquisti e-commerce o nei negozi. E con la funzione contactless il pagamento diventa anche COVID free.

I genitori possono essere accanto ai propri figli in modo rapido e sicuro, anche grazie agli innovativi servizi a loro dedicati. Con Postepay Green si può inviare la “paghetta” con l’App Postepay o il sito postepay.it in modo semplice e veloce: i genitori possono scegliere di impostare una “paghetta automatica” per ricaricare la carta del figlio. Tramite il servizio di “parental control”, i genitori possono anche tenere sotto controllo le spese del proprio figlio, impostare i limiti di prelievo/spesa, abilitare/disabilitare la carta agli acquisti online per singole categorie merceologiche e l’utilizzo all’estero.

La Postepay Green si ricarica attraverso tutti i canali disponibili per altre Postepay: ufficio postale, sportelli automatici Postamat, tabaccherie e i punti vendita convenzionati della rete PuntoLIS, oppure online sul postepay.it o, ancora, dallo smartphone o dal tablet con le App gratuite Postepay e BancoPosta. La carta Postepay Green ha un costo di emissione di 5 euro e può essere richiesta dal genitore o tutore in ufficio postale senza la necessità della presenza dei ragazzi (basta avere con sé i propri documenti di identità e quelli del figlio).

Articoli correlati
CulturaItalia MondoSlide-main

La Reggia di Caserta è il primo museo in Italia a firmare il Manifesto della comunicazione non ostile

2 minuti di lettura
“Le parole sono uno strumento fondamentale per relazionarsi in una società” – afferma Tiziana Maffei direttore generale della Reggia di Caserta – “Il linguaggio…
AmbienteScienzaSlide-mainSostenibilità

Da rifiuti alimentari a imballaggi biodegradabili grazie al progetto europeo ECOFUNCO

2 minuti di lettura
Materiali sostenibili ricavati a partire da scarti agro-alimentari, da cui vengono estratte le molecole essenziali per la produzione di rivestimenti per substrati…
MusicaSlide-mainVenezia

Vivaldi, in prima mondiale "Le quattro stagioni" per organo con Paola Talamini

2 minuti di lettura
Mercoledì 29 giugno alla Chiesa di San Moisè a Venezia.  Alle 20.00 presentazione della registrazione del capolavoro vivaldiano e concerto con esecuzione integrale…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!