LifestyleMotoriSlide-main

Pneumatici estivi, i 5 consigli di Nokian per viaggiare in sicurezza

3 minuti di lettura

È l’azienda che ha inventato gli pneumatici invernali, e forse ancora oggi i suoi modelli per il freddo sono più noti rispetto alle soluzioni per la stagione calda: eppure, Nokian sta conquistando sempre più consensi anche in questo segmento, e in vista delle ferie offre a tutti agli automobilisti 5 ottime ragioni per non trascurare le proprie gomme.

Nokian, gomme non solo per l’inverno

Il brand specialista del freddo, che ormai è uno dei marchi più noti e venduti anche sui canali digitali come Euroimport Pneumatici, non si limita quindi alle proposte nel segmento degli invernali, dove pure il Nokian WR D4 continua a essere un best-seller, ma allarga il suo orizzonte commerciale con proposte quali Nokian Powerproof, Wetproof e Iline, sviluppati per rispondere alle condizioni atmosferiche continentali europee.

5 motivi per non trascurare gli pneumatici e la sicurezza al volante

Non basta però acquistare nuovi pneumatici per viaggiare in sicurezza, perché serve la “collaborazione” e l’impegno attivo dei guidatori: proprio a loro si rivolgono i cinque consigli dell’azienda finlandese, che illustra i 5 motivi fondamentali per non trascurare gli pneumatici questa estate, regole che possono assicurare la sicurezza di automobilista e passeggeri.

  1. Gli pneumatici estivi frenano più velocemente sul bagnato

La riduzione dello spazio di frenata può far la differenza in termini di “scontri”, e utilizzare uno pneumatico pensato per la stagione invernale (ovvero, progettato per funzionare bene su neve, ghiaccio, fango e pioggia moderata, e non per il clima caldo o piovoso dell’estate) rischia di allungare la distanza. Secondo gli studi dell’azienda, la differenza in termini di spazio di frenata su fondo stradale bagnato tra uno pneumatico invernale usurato e uno estivo in buone condizioni è di oltre 12 metri a partire dalla velocità di 80 km/h. Significa, in pratica, del doppio della lunghezza di un’auto, una misura che diventa cruciale nei casi in cui occorra fermarsi all’improvviso per evitare di colpire un ostacolo sulla strada.

  1. Gli pneumatici estivi evitano l’aquaplaning

Il fenomeno dell’aquaplaning si verifica quando lo pneumatico perde il contatto con la strada perché troppa acqua si interpone tra la sua superficie e il battistrada: il risultato di questo pericoloso inconveniente è una sbandata incontrollabile, durante la quale il guidatore non può fare altro che incrociare le dita e sperare per il meglio. Anche se sono eccellenti quando si tratta di slushplaning (un problema simile, causato però da presenza di fanghiglia o nevischio sulla strada), non possono competere con quelli estivi quando si guida su strade coperte d’acqua: in termini pratici, una gomma estiva può sopportare una velocità di oltre 80 km/h su una strada bagnata prima dell’aquaplaning, mentre uno pneumatico invernale usurato slitterà senza controllo già a 60 km/h.

  1. Gli pneumatici estivi rendono la guida più confortevole e precisa

Il livello di progresso tecnologico e scientifico raggiunto oggi dai Costruttori ha portato alla realizzazione di pneumatici estivi e invernali estremamente efficienti per le specifiche condizioni di utilizzo. Pertanto, le gomme invernali sono studiate in ogni aspetto (dal design del battistrada alla mescola di gomma più morbida) per rendere la guida sicura in condizioni climatiche più fredde, ma non offrono le stesse performance in estate, perché le superfici stradali calde li fanno logorare più rapidamente, rendendoli anche meno efficaci in termini di caratteristiche di sicurezza invernale per la stagione successiva.

Al contrario, gli pneumatici estivi danno il meglio durante l’estate e apportano sicurezza e comfort alla guida lungo le calde strade cittadine e le autostrade roventi, sulle quali assicurano una guida facile, con una maneggevolezza precisa e una risposta rapida quando si gira il volante.

  1. Le condizioni e la qualità degli pneumatici sono importanti fattori di sicurezza

Controllare lo stato di “salute” delle gomme è fondamentale: se gli pneumatici hanno una profondità del battistrada inferiore a 4 mm, è consigliabile prendere in considerazione la sostituzione poiché non sono più sicuri sul bagnato. Allo stesso modo, è sempre importante controllare eventuali segni di usura irregolare o presenza di tagli o strappi prima di mettersi alla guida, perché non bisogna utilizzare nulla che sembri danneggiato. Inoltre, gli pneumatici non dovrebbero essere utilizzati quando hanno più di 10 anni o sono stati utilizzati per più di 6 anni, consiglia Nokian.

  1. Non rimandare l’acquisto

Qualora fosse necessario, in presenza di qualsiasi dubbio legato alla sicurezza, non c’è tempo da perdere ed è meglio sostituire gli pneumatici. L’acquisto di un nuovo treno di gomme è ormai davvero semplice, sia presso i negozi fisici – con i rivenditori che stanno adottando tutte le misure per consentire ai clienti di recarsi presso di loro in sicurezza – sia attraverso i siti online, che offrono anche servizi di assistenza e supporto agli utenti.

Articoli correlati
MoglianoSlide-main

Un uomo di 62 due anni rivenuto morto in via Casoni

1 minuti di lettura
Mogliano. Un uomo di 62 anni si è suicidato nella sua abitazione in via Casoni.Su tratta di Vittorio Favaro poliziotto in pensione…
Slide-mainVenezia

Mira. Uomo cade da barca nel Brenta e muore

1 minuti di lettura
Mercoledì scorso alle ore 16:00 i vigili del fuoco sono intervenuti in Via Pallada a Mira nel Naviglio del Brenta per la…
Slide-mainTreviso

Montebelluna. Carabinieri sanzionano esercizio pubblico inosservante disposizioni Covid e lavoro

1 minuti di lettura
I militari della Stazione Carabinieri di Montebelluna, unitamente al personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Treviso, hanno effettuato uno specifico…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!