Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainTutela del Cittadino

Piccole pesti in azione!

1 minuti di lettura

Domenica scorsa, nella zona di Porta Nord a San Donà di Piave, in provincia di Venezia,  un gruppo di bambini di età compresa tra gli 8 e 10 anni ha spostato i new jersey e i cartelli stradali, invertendo sensi unici e divieti d’accesso,  generando così il caos

San Donà di Piave – Una volta si chiamavano ragazzate ma qui i protagonisti sono bambini…. che l’hanno fatta grossa! Come nella canzone di Jannacci, e contrariamente alla tendenza di oggi, sono anche rimasti lì a “vedere l’effetto che fa” piuttosto che filmare e postare sui social. A quello ci hanno pensato poi gli adulti.

Una bambinata…

Una bambinata, o una bravata che dir si voglia, che ha avuto serie ripercussioni mandando in tilt il traffico cittadino. Le piccole pesti, a quanto sembra hanno pure chiamato il 112 e sono rimaste a vedere i Carabinieri arrivare!

Ma forse non era la prima bambinata della giornata! Domenica, al comando della Polizia Locale, era giunta la richiesta di intervento perché dei ragazzini stavano lanciando sassi verso il canale, creando situazioni di pericolo visto il transito di numerose auto. Questo succedeva verso le 18.30, nella zona della Porta Nord, dove ci sono dei lavori in corso. Si tratta di una zona tra le vie Livenza, Tagliamento e Sile.

I lavori hanno costretto a imporre delle deviazioni al traffico, soprattutto dei mezzi pesanti non autorizzati, con l’utilizzo di barriere “new jersey” e la relativa segnalazione stradale. Da lì forse è venuta alle piccole pesti l’idea di spostare la segnaletica per deviare il traffico.

Verso la prima serata, i residenti della zona hanno notato in via Canale Navigabile una pattuglia dei Carabinieri, raggiunta poi da quella della Polizia Locale. Si scoprirà che qualcuno aveva utilizzato quegli stessi “new jersey” per creare una nuova deviazione. Si vocifera che gli artefici della “bravata”, siano i ragazzini, gli stessi che nel pomeriggio stavano tirando i sassi verso il canale. Potrebbero essere stati loro stessi a chiamare il 112 per vedere arrivare le forze dell’ordine. E, cosa ancora più incredibile, sarebbero rimasti sul posto per vedere le auto imboccare la direzione sbagliata. Insomma, come cantava Jannacci, “per vedere l’effetto che fa”. https://www.fanpage.it/attualita/san-dona-di-piave-bambini-spostano-i-cartelli-stradali-per-gioco-e-mandano-in-tilt-il-traffico/

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaCulturaIstruzioneSlide-main

Scuole elementari in gara per la Capitale Europea della Cultura 2025

1 minuti di lettura
Iscrizioni aperte fino a mercoledì 29 maggio. Saranno 16 le classi selezionate. VENEZIA – Fino al 29 maggio, sul sito www.go2025fenice.net è…
MusicaSlide-mainSpettacoloTreviso

“Le Donne di Puccini e non solo...”: Gala lirico di beneficenza al Del Monaco di Treviso

2 minuti di lettura
Grande emozione per l’appuntamento dell’Associazione Lirica Trevigiana, che ha unito musica e beneficienza, nel ricordo di Anna Maria Bicciato. TREVISO – Arie…
Slide-mainSport

Giorgio Casella trionfa ai World Skate International Series

1 minuti di lettura
Giorgio Casella non è nuovo a trionfi e riconoscimenti: negli anni ha sempre splendidamente rappresentato l’Italia su podi nazionali e internazionali. Con…