CryptoNewsSlide-main

Perché le persone pagano milioni per una terra virtuale nel Metaverso?

2 minuti di lettura

Benvenuti nell’era della corsa alla terra digitale, in cui investitori, marchi e molte persone hanno messo gli occhi sul possesso di terre virtuali nel metaverso.

Il mercato dei terreni virtuali nei “quattro grandi” metaversi – vale a dire Decentraland, Somnium Space, Cryptovoxels e Sandbox – ha superato i 440 milioni di euro nel 2021 e si prevede che questa cifra raddoppierà nel 2022.

Il metaverse Sandbox è attualmente il detentore del record di vendita di terreni, avendo venduto un appezzamento di terreno per 3,8 milioni di euro in un’unica transazione lo scorso dicembre.

Come funziona l’acquisto di terreni virtuali?

Le vendite di terreni virtuali funzionano allo stesso modo delle vendite NFT.

La proprietà è garantita da un pezzo unico di codice memorizzato su una blockchain che certifica i diritti di un individuo su un bene digitale in un modo che non può essere alterato.

“La terra è una NFT, quindi in effetti il ​​tuo atto di proprietà che è tuo, che possiedi per sempre”, ha affermato Dave Carr, ex Decentraland e attualmente coinvolto nell’aggregatore immobiliare virtuale Parcel.

“Al momento ci sono anche meccanismi in fase di sviluppo, come il noleggio e la frazionamento della NFT, che è la divisione di una NFT in modo che le persone possano possedere una parte di quella NFT complessiva.

Ed è qualcosa che si sta sviluppando rapidamente”.

Devi possedere una terra per partecipare al metaverso?

Mentre gli utenti occasionali dei mondi sociali virtuali possono essere scoraggiati dai prezzi estremamente elevati dei lotti di terreno, secondo Carr ciò non significa necessariamente che avranno un prezzo esagerato per il metaverso.

Ci sono anche altri meccanismi che entrano in gioco come gli affitti, quindi un proprietario terriero può affittare l’esperienza a un creatore, a una comunità, a un marchio.

Questo può essere il pacchetto, se vuoi, in cui quel creatore può essere coinvolto nel metaverso e, diciamo, creare un negozio pop-up e vendere i loro dispositivi indossabili o quello che hai.

Dave Carr – Parcel – Aggregatore di terreni virtuale: “Una delle grandi domande che riceviamo dalle persone che stanno appena scoprendo i mondi virtuali nel metaverso è: ‘Oh, mi sento come se avessi perso la barca. Ho perso la barca?'”, ha detto.

Carr insiste che tutto dipende da cosa vogliono fare e dove vogliono farlo.

“Per i creatori, ad esempio, non è necessario possedere terreni per essere coinvolti nella creazione di cose o anche avere un negozio o monetizzare le tue creazioni nel Metaverso”, ha detto.

I creatori potranno ancora creare dispositivi indossabili, esperienze e giochi nel metaverso che potranno monetizzare se lo desiderano.

Un altro fattore da considerare, dice Carr, è che i mondi sociali virtuali sono ancora in un periodo nascente ed è probabile che il futuro porterà sempre più metaversi che soddisfano interessi diversi.

Pertanto, ci saranno più opportunità per le persone interessate a questi nuovi mondi di essere coinvolte.

“Non va inoltre dimenticato che ci sono sempre più mondi virtuali in arrivo e sempre più opportunità per le persone di essere coinvolte e acquistare terreni”, ha affermato.

“Quindi penso che ci saranno sempre alcune opportunità là fuori per rivendicare la tua pretesa nel Metaverso per così dire”.

Articolo di Valentina Nespolo

Se desideri avere formazione in merito ad argomenti che riguardano il mondo Crypto NFT, Metaverso scrivi a [email protected]

Articoli correlati
JesoloSlide-main

Christofer De Zotti è il nuovo sindaco di Jesolo: "Pronto a lavorare da subito, non sarà l'anno zero"

2 minuti di lettura
Prcolamazione ufficiale ieri sera in diretta streaming. Ieri mattina, invece, il nuovo sindaco di Jesolo Christofer De Zotti ha ricevuto dal primo…
Italia MondoSaluteSlide-main

"Find the light to Bloom”, la campagna della 14° Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica

1 minuti di lettura
Il 29 giugno si celebra la Giornata Mondiale della Sclerosi Sistemica, nota anche come Sclerodermia, una malattia rara e cronica del tessuto…
CulturaSlide-mainSpettacolo

Estate: MiC, Anica, Anec e Cinecittà promuovono la stagione cinematografica estiva

1 minuti di lettura
Ficarra e Picone, Christian De Sica, Jasmine Trinca, Alba Rohrwacher, Stefano Fresi, Aurora Giovinazzo, Claudia Napolitano, Alessandro Siani, Luka Zunic e Ferzan…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!