AnimaliCulturaMondoSlide-main

Oggi è il Maneki Neko Day, il gatto portafortuna

2 minuti di lettura

Il 29 settembre in Giappone si festeggia il Maneki Neko Day, ovvero il giorno del gatto portafortuna con la zampa alzata.

Vi sarà capitato sicuramente di vedere in qualche ristorante cinese/giapponese o negli Anime, Manga, film orientali o Drama una statua di ceramica o porcellana (a volte anche di plastica) a forma di gatto con la zampa alzata.

Questo affascinante e famoso gatto viene chiamato Maneki Neko (招き猫), letteralmente “il gatto che chiama” ma comunemente noto come il gatto della fortuna.

Nei Paesi Occidentali viene spesso erroneamente visto come un gatto che saluta, mentre in Giappone, come in altri Paesi Orientali, si chiamano le persone tenendo il braccio in alto con la mano con il palmo rivolto verso il basso. Da qui, appunto, il nome.

La leggenda

Le origini di questo iconico gatto si perdono nelle antiche leggende giapponesi, variando a seconda anche della zona di provenienza.

La più famosa, datata al periodo Edo (1603-1868), racconta di come un ricco feudatario (per alcuni lo Shogun Tokugawa Ieyasu stesso, ovvero il primo grande governatore del Giappone così come lo conosciamo) durante un violento temporale si rifugiò sotto a un albero di fronte a un tempio.

Un gatto alzò la zampa guardandolo, come per invitarlo a raggiungerlo al sicuro. Il nobile andò verso di lui e poco dopo un fulmine spezzò l’albero. Da quel momento il gatto con la zampa alzata fu sinonimo di fortuna, abbondanza, protezione e prosperità.

Caratteristiche del Maneki Neko

Il Maneki Neko viene riprodotto in molti modi e colori a seconda dell’auspicio che si vuole realizzare. A volte con la zampa destra alzata, altre la sinistra. La versione più comune e famosa è data da un gatto Bobtail giapponese con macchie rosse e nere (chiamato Mike – tre pellicce).

Nell’iconografia classica porta al collo un collare rosso con il sonaglio e spesso un’antica moneta nella zampa abbassata. A volte indossa anche un bavaglino.

Significati

I significati dei colori, della posa e degli oggetti cambia a seconda del periodo storico e della zona. Comunemente il gatto con la zampa sinistra alzata attira i clienti, mentre la destra porta fortuna, ricchezza e salute. Più la zampa è alta più otterrà l’effetto desiderato. Alcuni modelli attuali hanno anche la zampa che si muove meccanicamente per richiamare continuamente la fortuna.

Anche i colori hanno un loro significato specifico: il tricolore è il più fortunato in quanto raro, il bianco indica la purezza e la felicità, il gatto rosso porta amore, relazioni durature e salute, il gatto dorato è simbolo di prosperità e ricchezza, mentre il gatto nero protegge dalla sfortuna e scaccia gli spiriti maligni.

Il Maneki Neko Day

Durante questa giornata è buona norma in Giappone adornare le proprie case, i ristoranti e i negozi con decorazioni a tema. Spesso si acquistano o regalano riproduzioni del gatto e si esprime gratitudine e gioia per tutto quello che porta alle persone che vivono in quel luogo.

La cosa fondamentale per tutti, alla fine, è festeggiare e ringraziare i nostri amati amici gatti, portatori di gioia, amore e ricchezza.

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainSportVenezia

Reyer vince e convince in EuroCup

2 minuti di lettura
Dopo la vittoria di domenica con Reggio Emilia in campionato, l’Umana Reyer Venezia vince e convince anche in EuroCup rimettendosi così in…
Slide-mainSociale

Oggi ti racconto la mia storia

2 minuti di lettura
Una storia di violenza psicologica: la mia odissea emotiva a soli 17 anni Sono passati ormai molti anni da quel giorno in…
Città Metropolitana di VeneziaIstruzioneMarca TrevigianaSlide-main

CMB premia il merito degli studenti eccellenti

2 minuti di lettura
Si impegna da sempre a sostenere i giovani, CentroMarca Banca Credito Cooperativo di Treviso e Venezia, che anche quest’anno ha premiato i…