#instacultAttualitàBlogMondoSlide-main

Oggi 4 luglio è “Independence Day”

1 minuti di lettura

Oggi 4 luglio, si celebra la festa dell’Indipendenza degli Stati Uniti d’America che il popolo statunitense da sempre onora con grande partecipazione

Parliamo subito della ricorrenza, arrivando al motivo storico per il quale oggi negli Stati Uniti d’America è gran festa, il 4 luglio 1776 fu definitivamente sancita la separazione legale delle colonie americane da quelle britanniche e proprio in tale giorno a Philadelphia venne firmata la Dichiarazione d’indipendenza redatta da Thomas Jefferson.

Senza dubbio la data, oltre al simbolismo puro è l’occasione per gli americani di condivisione e convivialità con la bandiera statunitense, la famosissima Stars and Stripes a fare da padrona, dove le tredici righe mosse, che rappresentano la genesi, le colonie da cui tutto è partito, si uniscono alle 50 stelle, che corrispondono ai 52 stati federali del territorio, per incorniciare un’alchimia unica.

L’occasione per festeggiare è perfetta con parate, celebrazioni e i famosi barbecue, come è anche importante specchiarsi per gli americana nei nei propri talenti artistici, che rappresentano identità e valori, talento e verve, indipendenza.

La musica di cui gli USA sono stati artefici e autentica fucina di talenti e creatività, come Bruce Springsteen , il Boss che incarna lo spirito americano, tra orgoglio e identità popolare.

E parlando di cinema Independence Day, con la memoria della sconfitta degli inglesi da parte dei coloni americani ma, prendendo spunto da questo fatto epocale, ci provoca sull’eventuale perdita di quella libertà conquistata duramente. Questa volta causa un invasione degli alieni.

E nella dimensione artistica impossibile non citare il celeberrimo dipinto di John Trumbull del 1819 che ritrae la presentazione del Congresso della dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America. Questa splendida opera d’arte si trova nella nel Palazzo del Campidoglio a Washington D.C.

Con questa personalissima “parata“ pensiamo di aver reso il giusto omaggio agli eventi della rivoluzione che portò alla nascita degli Stati Uniti d’America, il primo paese al mondo basato su una democrazia liberale di stampo costituzionale.

Fino ai giorni nostri.

Instacult di Mauro Lama

Articoli correlati
AttualitàIntravisti per voiPrima FilaSlide-main

Matrimonio con Sorpresa

1 minuti di lettura
Matrimonio con Sorpresa è un film diretto da Julien Hervé e ci narra la storia di una coppia di fidanzati, Alice Bouvier…
ItaliaSlide-mainSportVideo

A 90 minuti da EURO2025

3 minuti di lettura
L’Italia di Soncin pareggia 0-0 in Olanda. Ora si giocherà la qualificazione diretta a Euro 2025 nell’ultima partita con la Finlandia SITTARD…
Economia&LavoroItaliaSlide-mainVeneto

Il Veneto rinforza la sua presenza in Federmeccanica

2 minuti di lettura
La recente elezione di sette rappresentanti veneti nel Consiglio Generale per il biennio 2024-2026 rafforza ulteriormente la presenza veneta in un settore…