MestreSlide-mainSocialeSport

Nuovo impianto polivalente indoor sull’ex Campo Sinti a Mestre

2 minuti di lettura

La Giunta comunale, riunitasi ieri, ha approvato la progettazione di fattibilità tecnica ed economica della nuova palestra da realizzare in un’area attualmente abbandonata che sorge a Mestre in via del Granoturco. In quello stesso spazio un tempo sorgeva un campo Sinti e sul quale erano stati installati 20 moduli prefabbricati con 38 unità abitative e che oggi giace in stato di profondo degrado.

“Con questa delibera – spiega il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro – andiamo finalmente a riqualificare un’area su cui sorgeva l’ex campo Sinti e che da anni ormai era diventata luogo di degrado e incuria. E proprio in un luogo così simbolico vogliamo portare nuova vita e lo facciamo partendo proprio dallo sport e dal suo indiscutibile valore educativo e sociale. La realizzazione di un nuovo impianto polivalente indoor dove potranno trovare spazio per le loro attività squadre di calcetto a 5, di pallacanestro, di pallavolo e che potrà ospitare fino a 1000 spettatori è la dimostrazione di quanto questa Amministrazione creda nello sport e abbia deciso di investire importanti risorse in questo settore. Un sincero ringraziamento va infatti a tutti coloro che hanno realizzato, su indicazione della Giunta, questo progetto e che ora dovranno fare in fretta per riuscire a portare a casa quegli importanti finanziamenti che ci consentiranno di vedere, entro il 2025, la nascita di un impianto che diventerà un ulteriore fiore all’occhiello nel panorama sportivo veneziano”.

La nuova palestra potrà ospitare varie attività sportive quali il calcetto a 5, la pallacanestro e la pallavolo e sarà dotata di una tribuna per 1000 spettatori articolata lungo i due lati lunghi del campo da gioco. Sulle testate dell’area da gioco sono previsti da un lato il corpo spogliatoi e servizi per gli atleti, dall’altra la zona accesso spettatori e alcuni uffici oltre a un locale bar. La realizzazione del nuovo fabbricato prevede anche la realizzazione della viabilità carraia e pedonale di accesso alla struttura, delle opere di laminazione idraulica, dei parcheggi per spettatori ed atleti, degli allacciamenti ai pubblici servizi e delle reti infrastrutture tecnologiche. La sistemazione delle aree esterne sarà caratterizzata da una forte presenza di aree verdi con piantumazione di nuove alberature zone arbustive.

“L’impianto sportivo in progetto – commenta il vicesindaco e assessore allo Sport Andrea Tomaello – è stato pensato e dimensionato seguendo puntualmente i requisiti richiesti dal CONI. Un investimento per complessivi 6.500.000 euro dei quali ben 5,5 finanziati con fondi del PNRR e per la restante quota con risorse dell’Amministrazione comunale. Un percorso progettuale che, proprio per la natura del finanziamento, prevede l’aggiudicazione dell’appalto entro il 31 marzo 2023 e l’ultimazione dei lavori entro il 31 dicembre 2025.

Appena quattro mesi fa il Governo ci confermava lo stanziamento PNRR per la realizzazione di questo edificio e, oggi, non posso che essere molto soddisfatto nel vedere che in così poco tempo si stia procedendo alla realizzazione di questo importante impianto che da una parte risponderà alle esigenze del territorio e delle associazioni sportive, andando a predisporre una struttura intermedia attualmente inesistente del nostro Comune, e dall’altro consentirà di mettere definitivamente una pietra tombale su quella vergogna del campo Sinti voluta dalle amministrazioni guidate dalla sinistra.

Ringrazio per l’impegno i dirigenti e i tecnici del Comune che stanno lavorando per rispettare i tempi previsti dal bando PNRR.

Anche su questo fronte, Venezia sta dimostrando di riuscire a reperire i fondi europei ma soprattutto di spenderli bene e nei tempi richiesti. Grazie anche a tutti i consiglieri di maggioranza che hanno sostenuto questo progetto e al sindaco Luigi Brugnaro che, da uomo di sport, ha dato un decisivo impulso per arrivare a questo importante risultato”.

Articoli correlati
CulturaItalia MondoSlide-main

A Roma la mummia di Ramses. Il faraone immortale

2 minuti di lettura
Giovedì 9 febbraio, presso la Sala Piacentiniana del Palazzo del Rettorato dell’Università La Sapienza di Roma, si terrà l’inaugurazione della mostra La mummia di…
AmbienteSlide-mainSostenibilità

Paper Week 2023: Comieco cerca i prossimi protagonisti

1 minuti di lettura
Tutti sono protagonisti del ciclo del riciclo di carta e cartone. Parola di Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballaggi a…
AmbienteItalia MondoSlide-main

Commissione Europea, nuovi rigorosi limiti di residui di pesticidi per proteggere gli impollinatori

1 minuti di lettura
la Commissione Europea ha adottato nuove norme che, una volta applicabili, ridurranno i limiti massimi di residui di due pesticidi negli alimenti….

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio