Home / Cultura  / Ambiente  / Nuova mozione del Movimento 5 Stelle

Nuova mozione del Movimento 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle propone all’amministrazione di sottoscrivere la Carta Metropolitana sulla Elettromobilità, che grandi città metropolitane hanno promosso e già sottoscritto in occasione delle giornate sulla mobilità di Milano dal 18 al 20 maggio

Il Movimento 5 Stelle propone all’amministrazione di sottoscrivere la Carta Metropolitana sulla Elettromobilità, che grandi città metropolitane hanno promosso e già sottoscritto in occasione delle giornate sulla mobilità di Milano dal 18 al 20 maggio dello scorso anno ( 2017).

 

La consigliera Sara Visman ha presentato il documento durante la IV commissione svoltasi martedì 24 c.m. nel municipio di Mestre dove si sono discusse due interpellanze della stessa consigliera.

 

Appurato che l’Amministrazione non era a conoscenza di questa Carta Metropolitana sulla Elettromobilità” – dichiara Visman – “ho ritenuto opportuno proporne la sottoscrizione allo scopo di includere Venezia nel tavolo per condividere intenti e sviluppo di strategie sulla mobilità del futuro con altre grandi realtà metropolitane come Milano, Torino e Firenze. Riteniamo riduttivo determinare le azioni riguardanti lo sviluppo della rete per la mobilità elettrica con la sola Regione Veneto visti i pessimi risultati della Giunta Zaia sui temi della mobilità, cito ad esempio la gestione dei lavori della pedemontana e la storia infinita della metropolitana di superficie, ma di allargare la visione ad altre realtà con l’obiettivo di un coordinamento più ampio e condiviso”.

 

Oramai le richieste, anche di utenti oltre confine, sono di avere servizi appropriati per i viaggiatori con auto elettriche ma anzitutto, dobbiamo puntare alla diminuzione dell’inquinamento urbano (di settembre la notizia che a Tirno hanno acquistato 20 autobus elettrici) a tutto vantaggio dell’ambiente e della salute pubblica.

 

Con questa mozione vogliamo dare un contributo all’amministrazione, che ha cominciato un percorso di implementazione e ammodernamento delle reti di ricarica nel territorio comunale, e con l’assegnazione alla Toyota del servizio di car sharing che sostituirà il parco macchine con veicoli ibridi come ha illustrato l’assessore Renato Boraso in commissione:

 

Oggetto “adesione alla Carta Metropolitana sulla Elettromobilità”

Premesso che

– questa amministrazione ha più volte manifestato la volontà di sviluppare il campo delle energie alternative per i mezzi pubblici e privati con lo scopo di offrire, da un lato la possibilità di nuovi investimenti e di diminuzione dell’inquinamento, e dall’altro la diversificazione dell’offerta rispetto alle domande di mobilità sostenibile che stanno via via aumentando;
– recentemente, il Comune di Venezia, si è dotato di tre nuove stazioni di ricarica per auto elettriche;
– da giugno di quest’anno anche il servizio di car-sharing (che passerà in mano a un soggetto privato) sarà caratterizzato dall’introduzione di un parco macchine che punterà su veicoli anche a energia alternativa;

considerato che

– un orientamento di questo tipo debba essere coadiuvato da molteplici azioni correlate tra loro e
possibilmente condivise con le altre grandi realtà metropolitane;
– già grandi città come Milano, Firenze, Torino, hanno sottoscritto la Carta Metropolitana sulla
Elettromobilità, presentata durante la Conferenza nazionale della Mobilità elettrica-emob 2017- svoltasi a
Milano, quale impegno a diffondere la cultura per una mobilità alternativa con lo scopo di ridurre
l’inquinamento sull’area urbana, introducendo cinque linee guida di intervento:
a. offrire al consumatore valide motivazioni per il cambiamento culturale
b. accelerare lo sviluppo di una rete di ricarica accessibile al pubblico
c. ampliare la possibilità di ricarica negli immobili residenziali e aziendali
d. dare un forte impulso allo sharing con mezzi elettrici;
e. stimolare l’introduzione di mezzi elettrici nei segmenti di mobilità con maggior efficacia e praticabilità;

ritenuto che

questo strumento aiuti un’amministrazione attenta alla salute dei suoi cittadini a fare rete con le altre
realtà metropolitane per un confronto costante e per condividere una unitarietà di intenti;

Il Consiglio Comunale chiede al Sindaco di

sottoscrivere la “Carta Metropolitana” della mobilità elettrica, come hanno fatto i Comuni promotori.

 

Sara Visman

 

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni