Home / Slide-main  / NATATORIUM TREVISO RIPARTE DALLE SUE STELLE – POZZOBON E MAGOGA PREMIATE DAL SINDACO CONTE

NATATORIUM TREVISO RIPARTE DALLE SUE STELLE – POZZOBON E MAGOGA PREMIATE DAL SINDACO CONTE

Al via la nuova stagione dei corsi di nuoto alle piscine comunali di Treviso. Ad inaugurarla, Barbara Pozzobon e Viola Magoga, le atlete di Natatorium reduci da un’annata di importanti successi sportivi a livello internazionale.

Al via la nuova stagione dei corsi di nuoto alle piscine comunali di Treviso. Ad inaugurarla, Barbara Pozzobon e Viola Magoga, le atlete di Natatorium reduci da un’annata di importanti successi sportivi a livello internazionale. Il sindaco Conte: “Natatorium fucina di talenti e punto di riferimento per il benessere di tanti trevigiani”
TREVISO, 20 SETTEMBRE 2019 – Taglio del nastro per la nuova stagione dei corsi di nuoto alle piscine comunali di Treviso. A inaugurare l’annata 2019/2020, le campionesse Barbara Pozzobon e Viola Magoga, premiate stamattina dal sindaco di Treviso Mario Conte e dall’assessore allo sport Silvia Nizzetto, per gli importanti successi sportivi conseguiti a livello internazionale negli ultimi dodici mesi. Pozzobon, 26enne nuotatrice delle Fiamme Oro reduce dalla partecipazione ai campionati mondiali in Sud Corea e dalla medaglia d’oro alla 54^ Maratona del Golfo Capri-Napoli, svoltasi due settimane fa, si è confermata tra le prime atlete al mondo nella specialità delle acque libere; Magoga, 18 anni, dopo numerose vittorie tra le fila della nazionale juniores di nuoto pinnato, si è imposta il mese scorso anche tra i grandi, conquistando tre medaglie d’oro ai Mediterranean Beach Games di Patrasso, in Grecia.
L’una di Maserada sul Piave, l’altra di Ponte di Piave, entrambe si allenano nell’impianto di Santa Bona a Treviso. «Queste campionesse sono rappresentative non solo dello sport della nostra città – ha commentato Mario Conte durante la premiazione delle atlete – sono anche un modello per i nostri giovani, per il loro comportamento, la loro disciplina, per la loro cultura dell’impegno e del sacrificio. Si allenano entrambe alle piscine di Santa Bona e voglio ringraziare la società Natatorium, che le ha cresciute e che cresce altri talenti come loro, nel nuoto e nella vita. Siamo felici che le nostre piscine comunali oggi siano un riferimento non solo per gli sport acquatici, ma per tanti trevigiani di ogni età che qui trovano risposte alle proprie esigenze di benessere psico-fisico».
«La vasca interna (attualmente chiusa per lavori di manutenzione, ndr) riaprirà a fine settembre – ha proseguito il sindaco – inoltre stiamo lavorando per appaltare entro fine anno la copertura esterna e, grazie al dialogo con i responsabili del Natatorium, verrà stilato un elenco degli interventi per rinnovare un impianto che ha una certa età e necessita di essere rinnovato. Lo abbiamo già fatto in altri luoghi della città e non intendiamo fermarci: tutti devono poter usufruire di strutture sportive accoglienti e accessibili».
Il Centro Natatorio Comunale di Treviso, che comprende oltre alla piscina di Santa Bona anche quella di Selvana, è il principale punto di riferimento cittadino per il benessere e gli sport acquatici, nonché uno dei più importanti centri di aggregazione del territorio comunale. Gestito dal 1997 dalla società sportiva Natatorium Treviso, è aperto tutto l’anno, 6 giorni su 7, dalle 7 alle 23, e registra nell’arco dei 12 mesi quasi 400mila presenze (una media di mille al giorno) e impiega 110 collaboratori. Da quest’anno per gli abbonati ai corsi di nuoto la società ha messo a disposizione anche una convenzione con la Casa di Cura Giovanni XXIII di Monastier: «Il progetto di collaborazione tra il Natatorium Treviso e la Casa di Cura Giovanni XXIII non nasce a caso. Proprio qui fuori è esposto un cartello che trasmette un messaggio importante “nuoto/sport è salute”-  ha detto Matteo Geretto, Responsabile Marketing della Casa di Cura Giovanni XXIII di Monastier – è stato quindi per noi spontaneo proporre i nostri servizi ad una struttura che sposa perfettamente la nostra mission: la cura della persona. Noi ci prendiamo cura del paziente non solo quando è malato, il nostro obbiettivo principale è quello di impedire che una persona si possa ammalare grazie ad un’attenzione particolare destinata proprio al progetto della prevenzione, anche in campo sportivo. La convenzione che abbiamo riservato a tutti i Soci del Natatorium da un accesso prioritario, offrendo anche una scontistica dedicata, per accedere a tutti i servizi offerti dalla nostra struttura sanitaria. Siamo orgogliosi di contribuire alla buona salute delle persone».
 .   

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni