Home / Mogliano  / Mogliano: terremoto nella maggioranza. Giacomo Nilandi rimette la delega

Mogliano: terremoto nella maggioranza. Giacomo Nilandi rimette la delega

Terremoto nella maggioranza che governa Mogliano: il consigliere Giacomo Nilandi, con delega alle Politiche giovanili, ha rimesso al sindaco la sua delega. La decisione ovviamente implica la tenuta di questa maggioranza e dell’alleanza formatasi a

Terremoto nella maggioranza che governa Mogliano: il consigliere Giacomo Nilandi, con delega alle Politiche giovanili, ha rimesso al sindaco la sua delega. La decisione ovviamente implica la tenuta di questa maggioranza e dell’alleanza formatasi a sostegno della candidatura del sindaco Arena per le prossime elezioni comunali.

 

“La mia decisione – afferma Nilandi – è dovuta alla impossibilità di esercitare a pieno tale ruolo senza dover incorrere in rinvii e stop costanti il più delle volte strumentali”.

 

“L’ultimo di questi è stato il rinvio dell’informativa di giunta che conteneva i fondi per l’avvio dei progetti all’interno del nuovo Centro Giovani inaugurato dal sindaco in pompa magna. Le motivazioni addotte riguardano l’opportunità politica di assegnare 17mila euro all’associazione Officina 31021 per paura, così afferma il sindaco, di non si sa quali ripercussioni nelle critiche degli oppositori politici”.

 

“Officina 31021 è nata mettendo insieme Progetto Giovani, Seekers, Nite Park e Wave Park. L’obbiettivo è quello di creare un contenitore con le risorse e le potenzialità rispondenti alla domanda delle giovani generazioni del territorio di avere progetti a loro dedicati e spazzi sociali dove crescere”.

 

“I ragazzi ci hanno creduto investendo tempo ed energie, ma l’Amministrazione ha dimostrato tutta la propria inerzia nel non aiutare e a volte ostacolando. Ho saputo della bocciatura dell’informativa in questione casualmente, il mio Assessore referente nulla mi ha comunicato a Giunta ultimata”.

 

“Ho chiesto spiegazioni al sindaco che mi ha risposto che non può occuparsi di tutto, ci sono gli Assessori con cui parlare. Non mi sono arreso e giovedì sera mi sono presentato in Giunta per discutere del problema, mi è stato detto dal sindaco che quello non era il luogo giusto e che dovevo prendere un appuntamento in segreteria. Il Sindaco ha aggiunto che il mio era un blitz”.

 

“Le mie scelte politiche rispetto alla collocazione in questa consiliatura e rispetto a un ulteriore impegno nella prossima tornata elettorale saranno determinate dalle risposte nei passaggi conseguenti alla scelta che sto prendendo. Per chiudere chiederò una verifica di maggioranza ai segretari delle forze politiche della coalizione per tentare di sciogliere questo e altri temi che riteniamo dirimenti rispetto alla prosecuzione di questa esperienza”.

 

In conclusione, con le dimissioni del Consigliere Nilandi vediamo in bilico anche la posizione dell’assessore Oscar Mancini, appartenente alla stessa corrente politica di Nilandi, con conseguenze imprevedibili.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni