Home / Treviso  / Casale sul Sile  / Mogliano si tinge di rosso per dire NO alla violenza sulle donne

Mogliano si tinge di rosso per dire NO alla violenza sulle donne

Dalle canzoni di “Principesse un corno”, alla Staffetta, con rappresentazioni e momenti di riflessione   La Staffetta contro la violenza sulle donne lungo il Terraglio sarà il momento clou delle iniziative con la quali il Comune di Mogliano

Dalle canzoni di “Principesse un corno”, alla Staffetta, con rappresentazioni e momenti di riflessione

 

La Staffetta contro la violenza sulle donne lungo il Terraglio sarà il momento clou delle iniziative con la quali il Comune di Mogliano intende ribadire il NO incondizionato alla violenza sulle donne il 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

 

Scopo della giornata e delle iniziative moglianesi è sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della violenza perpetrata contro le donne, una piaga che non si arresta, che riempie le cronache giorno dopo giorno e che spesso viene esercitata all’interno delle mura domestiche.

 

Il ricco programma quest’anno è promosso assieme alla Commissione per le Pari opportunità sovracomunale, cui il Comune di Mogliano aderisce assieme a quelli di Casier, Preganziol, Casale sul Sile, Zero Branco e Marcon, in collaborazione con la propria Consulta per le Pari opportunità, la SOMS, l’Università Popolare di Treviso, scuole, associazioni e gruppi del territorio, particolarmente sensibili alla tematica.

 

“Non possiamo rimanere passivi di fronte a questa violenza e accettare che donne, mogli, fidanzate, bambine ne siano vittime fino a perdere la vita, magari dopo anni di vessazioni di ogni tipo, fisica, psicologica, economica. Dobbiamo urlare il nostro no, sradicare l’ignoranza che genera questi gesti di cui sono protagonisti i mariti, i fidanzati, uomini che credono che la donna sia un oggetto a loro disposizione e che su di essa possano scaricare le loro follie. Per questo, ancora una volta, con una rete sempre più ampia, daremo alla cittadinanza molti spunti di conoscenza e riflessione”, commentano il sindaco Carola Arena, e l’assessore alle Pari opportunità Daniele Ceschin.

 

La fontana di Piazza Caduti sarà illuminata di rosso per l’intero periodo e anche una panchina del Parco Arcobaleno sarà tinta di rosso, su iniziativa dell’associazione Amici del Parco, per dare un ulteriore segnale di sensibilizzazione.

 

Il primo appuntamento è per domani, mercoledì 14 novembre (ore 20.45 al Cinema Teatro Busan, ingresso libero), quando andrà in scena “Principesse un corno!”, viaggio musicale attraverso gli stereotipi sul femminile alla ricerca della parità di genere, a cura del Coro “In…Cantare” dell’Università Popolare di Treviso, diretto da Erica Boschiero con la partecipazione di Rosanna Trolese.

 

 

Le altre iniziative si terranno:

– martedì 20 novembre (ore 20.30 all’Auditorium Scala – presso scuola Margherita Hack) con “Amore rosso”, una serata dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne a cura della Biblioteca Isola del Tesoro scuola media Margherita Hack;

– mercoledì 21 novembre (ore 20.45 al centro sociale) con “La rivoluzione interrotta: le donne turche a metà fra involuzione e voglia di emancipazione”, un incontro dibattito con Marta Ottaviani, giornalista de “La Stampa” e “Avvenire”;

– sabato 24 novembre (ore 20.45 al Teatro Astori, ingresso libero con offerta volontaria) con “C’erano una volta le streghe…!”, a cura dell’associazione culturale Attori per Caso, Regia di Patrizia Marcato.

 

Il 25 novembre, in occasione della giornata mondiale, ci sarà la Staffetta lungo il Terraglio, con partenza alle sia da nord, alle 9.30 da Frescada, Pasticceria Terraglio, sia da sud, alle 11.00 da Marocco, Piazzale Chiesa S. Antonio, per confluire in Piazza Caduti, verso le 11.45, dove si svolgeranno alcune performance, tra cui “Donne come mai”, azione scenica a cura del Gruppo “Le Tapparelle”, Azione sedie vuote con lettura dei nomi delle donne uccise, e proiezione di un video realizzato dai ragazzi del Liceo Berto, con la presenza della prima squadra Mogliano Rugby 1969, tutto a cura dell’associazione “L’8 sempre donne Mogliano”  (in caso di maltempo le iniziative si terranno al centro sociale).

 

 

Nella stessa giornata a Marcon (ore 10.00 al centro culturale De Andrè) si svolgerà “La panchina rossa” – “Quando sono loro a raccontare: letture di testimonianze per non abbassare la guardia”, a cura di Amministrazione Comunale e Cosima Spinelli, scrittrice.

Mentre a Preganziol (ore 10.30 presso la biblioteca comunale) ci sarà l’“Inaugurazione della panchina rossa contro la violenza sulle donne”, a cura dell’amministrazione comunale e del gruppo Donne di Preganziol.

 

 

Altre iniziative per concludere il ciclo si svolgeranno a Mogliano:

– lunedì 26 novembre alle 11.00, Piazzetta del Teatro (in caso di maltempo l’evento è posticipato a venerdì 30 novembre), con “Nessuna conseguenza”, coreografie a cura delle classi terze della scuola secondaria di primo grado Margherita Hack;

– martedì 27 novembre (ore 20.30 al centro sociale) con “Quando l’amore diventa controllo. Riflessioni, caratteristiche e strumenti di tutela per conoscere lo stalking”, a cura del Centro Donna, con la collaborazione del gruppo Quante Storie;

– sabato 1° dicembre alle 10.30 (al Cinema Teatro Busan), con l’evento riservato agli studenti del Liceo Berto “C’erano una volta le streghe…!”, a cura dell’associazione culturale Attori per Caso, regia di Patrizia Marcato.

 

 

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni