Home / Mogliano  / Mogliano, oggi in Consiglio Comunale un’importante variazione di bilancio

Mogliano, oggi in Consiglio Comunale un’importante variazione di bilancio

Oggi, durante il Consiglio Comunale, l’Amministrazione va a proporre un’importante variazione di bilancio: solitamente, una volta approvato il Rendiconto (ratificato nel Consiglio Comunale del 26 maggio), viene impegnata subito tutta la disponibilità economica.   Quest’anno, invece, a

Oggi, durante il Consiglio Comunale, l’Amministrazione va a proporre un’importante variazione di bilancio: solitamente, una volta approvato il Rendiconto (ratificato nel Consiglio Comunale del 26 maggio), viene impegnata subito tutta la disponibilità economica.

 

Quest’anno, invece, a causa dell’incertezza dovuta alla pandemia da Covid-19, si è preferito essere cauti e lavorare secondo la logica della formica e non quella della cicala, al fine di poter garantire efficienza nei servizi anche durante un’eventuale futura nuova emergenza sanitaria.

 

A una prima analisi, le mancate entrate tributarie ed extra tributarie e da oneri di urbanizzazione, a causa dell’emergenza sanitaria, si attestano alla cifra astronomica di tre milioni e 300 mila euro.

 

Ossigeno arriva dall’accordo ABI-ANCI, che sospende le rate per il 2020 dei mutui delle pubbliche amministrazioni, facendo risparmiare un milione e 600 mila euro, nonché da contributi statali erogati per garantire le funzioni fondamentali degli enti pubblici.

 

Secondo le direttive del Decreto Rilancio, la scadenza della determinazione degli equilibri di bilancio poteva essere prorogata al 30 settembre, ma la maggioranza ritiene fondamentale tenere sotto controllo le entrate e le uscite, rispettando quindi la scadenza del 31 luglio.

 

Il 30 settembre, comunque, si terrà un nuovo Consiglio Comunale per una successiva verifica degli equilibri di bilancio, considerata anche l’enorme difficoltà di prevedere puntualmente le entrate e le uscite, basti pensare per esempio che il termine per il versamento IMU è il 31 luglio e non si può avere, a oggi, contezza certa nella quantificazione delle mancate entrate derivanti da questa voce.

 

“È fondamentale approcciarsi con cautela a questa variazione che, sebbene fattiva per la città, non deve essere prese alla leggera – spiega il Sindaco Davide Bortolato – è più importante godere di una serenità economica certa, seppur inferiore, che dover correre ai ripari in un prossimo futuro. Infatti, ben 906mila euro di avanzo libero di cui disponevamo prudenzialmente, sarà accantonato e non utilizzato”.

 

“Per quanto riguarda la spesa, nonostante l’enorme difficoltà causata dall’emergenza sanitaria, il Comune propone un utilizzo oculato ma sostanziale, infatti sono previsti 162mila euro di spesa corrente per lo sport: abbiamo assistito a un periodo di estremo smarrimento dei giovani cittadini che, non potendo contare sui punti di riferimento sociali e sportivi, più volte hanno accennato a insofferenza e mancanza di stimoli. La priorità è sostenere e aiutare le associazioni sportive oggi in crisi”.

 

Sono previsti, inoltre, 30mila euro di spesa corrente per interventi di manutenzione ordinaria delle segnaletiche orizzontali e verticali, per garantire una città sicura anche nella viabilità; 96.124 euro di spesa corrente per le politiche sociali e della famiglia, prevalentemente per interventi economici a sostegno delle famiglie colpite da emergenza Covid-19; 61mila euro per il primo stralcio di realizzazione che prevede l’intervento di demolizione del fabbricato ex sede della banda musicale sulla Strada Terraglio, 155mila euro per manutenzione straordinaria di impianti sportivi; 46mila euro per impianti semaforici e messa in sicurezza viabilistica; 100mila euro per la manutenzione straordinaria del verde, al fine di garantire una cura più dettagliata del verde pubblico e una proiezione di decoro urbano diffuso in città; 300mila euro per il Progetto Sicurezza stradale, viabilità e Piano Asfaltature; 60mila euro per la pulizia degli impianti di smaltimento delle acque meteoriche, fossati, tombini e tubazioni: continuando a investire sulla manutenzione degli impianti di smaltimento idrici, vengono così arginati allagamenti dannosi per la città.

 

Infine, 35mila euro per le coperture e le ridipinture esterne del Brolo e del Centro Polivalente di Zerman, così da continuare la diffusione del decoro urbano e valorizzare i poli culturali o sociali della città e delle sue frazioni.

 

Assistiamo a una variazione unica – conclude Davide Bortolato – nessuno avrebbe potuto prevedere un 2020 così difficile e tartassato dall’emergenza sanitaria, voglio ragionare come una formica, investendo in città in maniera oculata e non superficiale. Abbiamo una grossa responsabilità di governo: fare le cicale oggi e millantare grandi opere con poche coperture economiche non fa parte del mio ideale amministrativo. Il punto di vista del buon padre di famiglia è ciò che dobbiamo perseguire, la situazione è troppo delicata per lanciare il cuore oltre l’ostacolo”.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni