IstruzioneMoglianoSlide-main

Mogliano, 18 anni di educazione stradale a scuola

2 minuti di lettura

Si allarga sempre di più il progetto di educazione stradale promosso nelle scuole di ogni ordine e grado, partito da Mogliano Veneto. Nato qui oltre 18 anni fa e promosso dal Comando di Polizia Locale e dal Gruppo Ciclistico Mogliano, allo scopo di educare gli alunni alle regole del buon comportamento in strada, e non solo. Il progetto si è ora allargato anche alle Amministrazioni Comunali di Preganziol e Casier, in quanto parte del Corpo di Polizia Intercomunale, coordinato da
Stefano Forte.

All’incontro conclusivo del progetto, tenutosi mercoledì mattina al Campo Scuola permanente di Via Torni, la vicecomandante del Corpo Intercomunale di Polizia Locale, Silvia Vecchiato, ha incontrato la classe 4 ª delle scuole primarie “Marco Polo” di Zerman, che ha potuto partecipare a una prova pratica nella pista, dopo le lezioni teoriche in classe.

Presenti all’evento il Sindaco di Mogliano Veneto Davide Bortolato, l’Assessore alla Sicurezza Marco Donadel e l’Assessore allo Sport Enrico Maria Pavan, l’Assessore alla Sicurezza di Casier Rossella Veneran, l’Assessore alle Politiche Educative di Preganziol Susanna Errico, la Dirigente Scolastica dell’Istituto “Minerbi” Daniela De Salvatore e il Consigliere Delegato alla Sicurezza Stradale della Provincia di Treviso Roberto Fava.

“Ringrazio moltissimo la Polizia Locale, in particolare la vicecomandante e responsabile del progetto Silvia Vecchiato, e il Gruppo Ciclistico Mogliano, con Walter Trabucco e tutti i volontari che collaborano agli incontri di educazione stradale nelle scuole, per la loro fondamentale attività” ha commentato il Sindaco di Mogliano Veneto, Davide Bortolato. “Educare alla sicurezza stradale contribuisce a creare una mentalità di rispetto verso sé stessi e verso gli altri che ci circondano quando siamo in strada. Valorizzare l’insegnamento dell’educazione stradale consente di creare prevenzione per evitare pericoli e danni seri. Con piacere noto che il progetto è stato recepito con grande curiosità e coinvolgimento da parte di tutti i bambini”.

“Il mio plauso va al Comune di Mogliano Veneto che ha sempre mantenuto attivo e vivo il Campo Pratica di educazione stradale, realizzato dalla Provincia di Treviso molti anni fa. La sicurezza stradale è uno dei temi più attenzionati nelle politiche della Provincia. Come Provincia stiamo lavorando su più fronti, ed in particolare stiamo avviando in sinergia con Ulss un progetto che coinvolgerà le scuole di ogni ordine e grado”, ha dichiarato il Consigliere Provinciale Delegato alla Sicurezza Stradale, Roberto Fava.

“Nell’anno scolastico 2021/2022 sono state 36 le classi moglianesi coinvolte e circa 600 gli studenti accompagnati alla conoscenza delle principali regole del codice della strada, della segnaletica e del corretto comportamento da tenere in strada” spiega la vicecomandante Silvia Vecchiato.

La forza del progetto consiste nel coinvolgimento di bambini e ragazzi di ogni età. Dai piccoli iscritti alla scuola dell’infanzia, dove l’approccio all’educazione stradale è per lo più orientato al gioco e alla figura del Vigile; agli studenti delle scuole primarie, che vengono stimolati all’educazione civica e stradale anche grazie al coinvolgimento dell’Associazione Nazionale
Carabinieri; fino ai ragazzi degli istituti superiori che, oltre alle nozioni teoriche apprese in aula, hanno la possibilità di utilizzare strumenti che simulano gli effetti di alcol e droga.

“Nel corso degli anni – prosegue Silvia Vecchiato – si è formata una bellissima squadra di lavoro tra tutti i soggetti coinvolti. Inoltre c’è massima collaborazione con le scuole del territorio, infatti sono contenta di poter dire che il progetto non si è mai arrestato, nemmeno durante l’interruzione delle lezioni in presenza durante il lockdown, poiché lo abbiamo proseguito facendo didattica a distanza”.

Nella mattinata ha preso parte all’evento anche il Prof. Marino Biscaro, grande esperto di sicurezza stradale, da sempre attivo nel portare avanti i progetti strategici di prevenzione degli incidenti stradali e di diffusione della cultura della sicurezza.

Articoli correlati
IstruzioneSlide-main

Maturità, ai più meritevoli Unicusano dona oltre un milione di euro in borse di studio

2 minuti di lettura
Altre 45 le borse di studio previste da Unicusano per i maturandi italiani di quest’anno: 15 per sociologia, 15 per filosofia, 15…
CulturaItalia MondoSlide-main

La Reggia di Caserta è il primo museo in Italia a firmare il Manifesto della comunicazione non ostile

2 minuti di lettura
“Le parole sono uno strumento fondamentale per relazionarsi in una società” – afferma Tiziana Maffei direttore generale della Reggia di Caserta – “Il linguaggio…
AmbienteScienzaSlide-mainSostenibilità

Da rifiuti alimentari a imballaggi biodegradabili grazie al progetto europeo ECOFUNCO

2 minuti di lettura
Materiali sostenibili ricavati a partire da scarti agro-alimentari, da cui vengono estratte le molecole essenziali per la produzione di rivestimenti per substrati…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!