MestreSlide-main

Mestre. Sette nuove intitolazioni ai luoghi della città per ricordare personaggi contemporanei

1 minuti di lettura

 

Sette nuove intitolazioni nel territorio comunale per omaggiare l’impegno di persone o associazioni che la città vuole ricordare nella toponomastica comunale. Nei giorni scorsi la Giunta ha approvato sette diverse delibere in materia di toponomastica stradale e monumenti a personaggi contemporanei.
Tre delibere riguardano il territorio di Pellestrina, altre quattro quello di Mestre.

A Pellestrina, dopo la decisione di intitolare una strada in memoria di Raimondo Vianello, attore, conduttore televisivo e sceneggiatore italiano, a cui è stato dedicato il tratto viario che collega strada comunale dei Murazzi con strada comunale della Laguna, altri luoghi dell’isola prenderanno il nome di persone di cui il Comune ha voluto serbare il ricordo.

A Giannino Scarpa (21.12.1941 – 12.11. 2019) vittima dell’Acqua Granda del 2019, quando l’isola venne sommersa da una marea eccezionale di 187 centimetri, verrà dedicata un’area verde, adibita a parchetto pubblico all’incrocio tra la strada comunale dei Murazzi e carizzada n.48.

Sarà invece intitolato a Don Olinto Marella, nato a Pellestrina e riconosciuto Beato nel 2020, un campiello tra Calle dei Busi e strada comunale della Laguna.

Luoghi dedicati a personaggi contemporanei

Il parco di villa Querini celebrerà la memoria del grande poeta veneto Andrea Zanzotto, una delle voci più significative della metà del ‘900. L’area verde tra via Einaudi e via Castelvecchio sarà invece intitolata al Movimento dello Scoutismo, una delle più grandi realtà di educazione non formale esistenti al mondo – si legge nel testo della delibera – che ha come fine ultimo la formazione fisica, morale e spirituale della gioventù.

Un’aula studio della Biblioteca civica Villa Erizzo di Mestre porterà il nome di Carolina Picchio, la giovane di 14 anni, che nel gennaio 2013 si è tolta la vita in seguito a un episodio di molestie sessuali riverberato senza limiti attraverso i social network. L’iniziativa ha l’obiettivo di ricordare la ragazza, dimostrare solidarietà e vicinanza alla famiglia e in generale a tutte le persone vittime del cyberbullismo.

Sarà invece dedicato al ricordo dell’ex assessore alla Sicurezza del Comune di Venezia Silvana Tosi, prematuramente scomparsa nel 2021, il nuovo canile rifugio comunale al Parco San Giuliano. L’intento, in questo caso, è quello di omaggiare “non soltanto un’amministratrice capace, preparata e determinata, ma anche una donna che nella sua vita si è dedicata a difendere le persone più deboli oltre che grande amante degli animali e attivista per la loro tutela e benessere”.

Articoli correlati
AnimaliSlide-main

8 agosto, Giornata Internazionale del Gatto (perché una non basta)

1 minuti di lettura
Sono al primo posto nella classifica degli animali da compagnia. Nel mondo vivono circa 650 milioni di gatti, tra randagi, domestici e…
Slide-mainTutela Consumatori

Cancellato volo Ryanair Verona-Brindisi, ai passeggeri rimborsi di 250 euro

1 minuti di lettura
Mattina da dimenticare per moltissimi passeggeri Ryanair alle prese con la cancellazione improvvisa da parte della compagnia aerea. Il volo Verona-Brindisi, infatti,…
Slide-mainTrevisoTutela del CittadinoVeneto

Carabinieri, un fermo e due arresti nel coneglianese

1 minuti di lettura
Intervento in flagranza di reato operato nella nottata appena trascorsa dai Carabinieri della Compagnia di Conegliano (TV) che hanno arrestato per tentato…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!