Home / Cultura  / Ambiente  / Medio Piave. Zanoni (PD): “Regione blocchi progetto di trasformazione da area protetta dove vige il divieto di caccia ad area aperta alle doppiette”

Medio Piave. Zanoni (PD): “Regione blocchi progetto di trasformazione da area protetta dove vige il divieto di caccia ad area aperta alle doppiette”

Venezia, 5 settembre 2018 “La zona di ripopolamento e cattura del Medio Piave è un’area golenale demaniale protetta a livello europeo e regionale, dove vige il divieto di caccia, ma sulla quale ora grava il rischio

Venezia, 5 settembre 2018

“La zona di ripopolamento e cattura del Medio Piave è un’area golenale demaniale protetta a livello europeo e regionale, dove vige il divieto di caccia, ma sulla quale ora grava il rischio dell’insediamento di un’azienda faunistico-venatoria, la caccia gestita da privati,  con un progetto che di fatto mira a creare dunque una grande area di caccia. La Regione blocchi una trasformazione del sito che andrebbe a favorire le doppiette”. La presa di posizione è del consigliere regionale del PD, Andrea Zanoni che, in riferimento alla vicenda riguardante l’area golenale demaniale compresa tra i Comuni di Santa Lucia di Piave e Maserada, ha presentato oggi un’interrogazione.

 

 

Il consigliere dem evidenzia che “al contempo il Comune di Santa Lucia di Piave sarebbe in attesa di firmare una concessione di 90 mila metri quadri di area golenale nei quali poter realizzare un’oasi naturalistica a scopi didattici e turistici: un progetto di ben altro tipo e di alto valore naturalistico. Fa piacere che la commissione provinciale abbia bocciato nei giorni scorsi il progetto di azienda faunistico-venatoria, contro la quale si oppongono in maniera netta gli amministratori locali, le associazioni ambientaliste e anche i cacciatori locali, visto che l’area in oggetto è fondamentale per il ripopolamento di lepri e fagiani. La zona di ripopolamento con il divieto di caccia consente inoltre a moltissime specie di uccelli migratori di scampare al pericolo delle doppiette, sostandovi in tranquillità durante il periodo delle migrazioni e a caccia aperta. Ora però – conclude Zanoni – la palla passa alla Regione dalla quale mi attendo un deciso stop dell’iter”.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni