Home / Economia  / Politica  / Maggioranza risicata per Conte, Governo traballante. Quali le soluzioni?

Maggioranza risicata per Conte, Governo traballante. Quali le soluzioni?

Ieri sera in Senato si è conclusa la crisi di Governo innescata da Italia Viva di Matteo Renzi. Il primo ministro Giuseppe Conte ha racimolato una maggioranza risicata: 156 sì, 140 contrari e 16 astenuti.

Ieri sera in Senato si è conclusa la crisi di Governo innescata da Italia Viva di Matteo Renzi. Il primo ministro Giuseppe Conte ha racimolato una maggioranza risicata: 156 sì, 140 contrari e 16 astenuti. Di rilievo il fatto che tra i 156 sì vi siano 3 senatori a vita.

 

A questo punto non si può dire che la situazione sia rosea per il premier Conte. Infatti Conte è riuscito a racimolare alcuni voti dei cosiddetti “costruttori”, ma mancano ancora ben 5 voti per avere la maggioranza assoluta.

 

Secondo alcuni osservatori politici, in questa situazione sorgeranno forti problemi nelle commissioni parlamentari dove potrebbe verificarsi di tutto e quindi riuscirebbe difficile governare.

 

Quali le soluzioni?

O Conte apre nuovamente a Renzi, cosa che sembra molto difficile visti i toni duri usati da Italia Viva in Senato, oppure salire al Colle per incontrare il Presidente Mattarella per rassegnare le dimissioni e tentare un Conte ter.

 

La sensazione è che si voglia guadagnare ancora un po’ di tempo per trovare ancora qualche “costruttore” che rafforzi questa compagine governativa onestamente molto traballante.

 

Secondo alcuni commentatori, Conte potrebbe tentare di giungere al “semestre bianco”, periodo in cui il Presidente della Repubblica non può sciogliere le camere perché si trova negli ultimi sei mesi del suo mandato.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni