Home / Cultura  / M9 annuncia il secondo gruppo di operatori: libri, cultura, creatività dell’area retail

M9 annuncia il secondo gruppo di operatori: libri, cultura, creatività dell’area retail

Gli operatori del comparto libri, cultura, creatività dell’area retail di M9 rappresentano due realtà di spicco del territorio e hanno proposto progetti innovativi e coerenti con il progetto del distretto:   IL LIBRO CON GLI STIVALI La libreria “Il libro con gli stivali” è nata a Mestre

Gli operatori del comparto libri, cultura, creatività dell’area retail di M9 rappresentano due realtà di spicco del territorio e hanno proposto progetti innovativi e coerenti con il progetto del distretto:

 

IL LIBRO CON GLI STIVALI

La libreria “Il libro con gli stivali” è nata a Mestre nel 2006, per portare in città una proposta ragionata della migliore letteratura per l’infanzia e non solo. Negli anni il lavoro condotto sulla narrazione e le sue tecniche, le attività di promozione della lettura realizzate in scuole e biblioteche, ma soprattutto l’impegno quotidiano nell’ascolto dei lettori, nella ricerca dei titoli migliori da proporre per intercettarne bisogni e desideri, è andato sviluppandosi sino ad approdare al desiderio di ripensare la libreria come luogo di incontro tra persone e di condivisione e rielaborazione di idee.

 

La realizzazione di tale desiderio è ora resa possibile dagli spazi e dal contesto che “Il libro con gli stivali” troverà a M9: più che un museo, un ecosistema nel cuore della città, in cui unire esperienze diverse per sviluppare progetti nuovi, anche interpretando i linguaggi tecnologici e multimediali delle nuove generazioni. Una sfida imperdibile per una libreria che, cercando di interpretare la letteratura per ragazzi come letteratura per tutti oltre gli schemi e le categorie, ambisce ad accompagnare le persone in un percorso di scoperta e di curiosità con un concetto di libreria innovativo, che rinvia all’idea di un labirinto nel quale trovare la propria strada. Punta inoltre a unire il corposo programma di iniziative e attività che i nuovi spazi di M9 sono in grado di rendere possibile, con attività assolutamente inedite di rielaborazione narrativa dell’esperienza di visita all’interno della struttura nel suo complesso.

 

 

CITTÀ DEL SOLE

“Città del sole” è un negozio di giocattoli diverso da ogni altro perchè i giochi sono scelti per quello che fanno fare ai bambini. La proposta di “Città del sole” è modellata su un principio pedagogico, all’avanguardia all’epoca del primo negozio, che riconosce nel gioco un momento fondamentale per lo sviluppo della personalità infantile. Il progetto culturale e imprenditoriale “Città del sole” nasce nel 1972, quando Carlo Basso apre a Milano il primo negozio ispirandosi all’utopia di Tommaso Campanella, intitolata appunto La Città del sole (1602) e caratterizzata da una grande attenzione ai bambini e al principio pedagogico dell’«imparare giocando». Per questo alla “Città del sole” ci sono solo “giochi creativi” pensati espressamente per le diverse fasi della crescita, per stimolare la creatività dei bambini attraverso l’esperienza, l’immaginazione, la curiosità e la scoperta. Accanto ai giochi che credevamo estinti, come il cavallo a dondolo in legno o i trampoli, e ai classici di sempre, dal quadriciclo ai sonaglini, si trovano modernissimi sistemi di costruzione, kit per esperimenti o congegni a energia solare o ad acqua.

 

Con M9 e M-Children “Città del sole” diventa partner di questo lavoro culturale, di ricerca, riflessione e proposta, puntando  inoltre a fornire elementi agli adulti di oggi per riflettere sul proprio modo di giocare con i bambini, proponendo materiali, strumenti e idee per stare insieme grandi e piccoli, crescendo e condividendo linguaggi propri di ogni generazione.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni