Home / Mogliano  / “L’uomo dal fiore in bocca” e “La patente” al Teatro Busan di Mogliano

“L’uomo dal fiore in bocca” e “La patente” al Teatro Busan di Mogliano

Venerdì 16 marzo, alle ore 21.00, al Teatro Busan di Mogliano Veneto la Stagione di Prosa 2017-2018 prosegue con una produzione dello stesso Teatro Busan diretta da Giuseppe Emiliani che porta sulla scena L’uomo dal

Venerdì 16 marzo, alle ore 21.00, al Teatro Busan di Mogliano Veneto la Stagione di Prosa 2017-2018 prosegue con una produzione dello stesso Teatro Busan diretta da Giuseppe Emiliani che porta sulla scena L’uomo dal fiore in bocca e La patente, due atti unici, due capolavori di Luigi Pirandello, intervallati da Il soffio, la messa in scena di una sua breve novella, costruendo così una serata interamente dedicata al genio e alla poetica dello scrittore e drammaturgo siciliano, Premio Nobel per la Letteratura nel 1934.

Sul palcoscenico, Giancarlo Previati, Alessandro Schiavo e Maria Celeste Carobene.

 

Nel dramma borghese L’uomo dal fiore in bocca l’abilità pirandelliana, oscillante tra virtuosismo e poesia, crea un’atmosfera rarefatta in cui il protagonista, malato di tumore, sentendo ormai prossima la fine, dimentica se stesso e la propria sorte per vivere e analizzare ogni sensazione come se fosse l’ultima. Ogni accadimento banale e ripetitivo del quotidiano diventa, ora, improvvisamente di spaventosa e vitale importanza, l’uomo si rende conto che questi momenti saranno gli ultimi che potrà vivere e godere, ed è questa consapevolezza che lo porta ad attaccarsi incondizionatamente ad essi ed a giudicarli preziosi.

 

L’intermezzo Il soffio racconta la surreale vicenda di un uomo che scopre di poter dare la morte soffiandosi tra pollice e indice: soltanto rivolgendo il gesto estremo verso di sé potrà ritrovare la sua vera identità e la proprietà di se stesso, perdendo del tutto corpo e norme sociali, in un’immersione completa nella natura.

 

Ne La Patente l’autore sviluppa il tema focale della sua drammaturgia: ciascuno ha una maschera, un ruolo da giocare. Una maschera e un ruolo cui nessuno può sottrarsi, perché il pregiudizio della massa non solo ha una parte importante nella vita del singolo, ma finisce per avere sempre il sopravvento. È il caso di Rosario Chiarchiaro, accusato dalle voci di paese di essere uno iettatore, che si rivolge a un tribunale perché gli venga riconosciuto il suo status di porta sfortuna. Se il mondo, nella sua rozza ignoranza, gli ha imposto una “maschera”, tanto vale accettare di propria volontà questa “parte” teatrale, fino a ricavarne il giusto tornaconto economico.

 

BIGLIETTI

18,00 € intero | 16,00 € ridotto

 

ACQUISTO E PREVENDITE

Biglietteria Cinema Teatro Busan

via Don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV)

lunedì 9.30 – 12.30 e 17.00 – 19.00; giovedì e venerdì 17.00 – 19.00

e 30 minuti prima di ogni proiezione cinematografica

 

INFORMAZIONI

041 5905024 | 334 1658994 | [email protected]

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni