Slide-main

L’Università di Padova vince gli Erc Advanced Grant

3 minuti di lettura

Tre Advanced Grant sono un nuovo record per l’Ateneo e lo collocano, per la seconda volta quest’anno, al primo posto in Italia in una competizione dell’European Research Council.

Lo European Research Council ha annunciato oggi i vincitori della call Advanced Grants 2021. Il finanziamento, del valore complessivo di 624 milioni di euro, andrà a 253 ricercatori eccellenti in tutta Europa. L’ERC, istituito dall’Unione Europea nel 2007, è la principale organizzazione di finanziamento europea per supportare ricerche eccellenti.

L’Università di Padova, impegnata a promuovere la migliore ricerca di frontiera, si colloca in questa occasione al primo posto in Italia, a pari merito con quella di Trento, per numero di progetti Advanced Grant vinti, e conferma gli ottimi risultati ottenuti nella recente valutazione nazionale della qualità della ricerca, che la riconoscono ai vertici tra i grandi Atenei.

Un altro eccellente risultato nell’ambito del programma quadro Horizon Europe, finanziato dalla Commissione Europea per un totale di 100 miliardi di Euro per il periodo 2021-2027: dopo le tre ricercatrici e il ricercatore che si sono aggiudicati il finanziamento ERC Starting Grant 2021, nella call appena conclusa relativa allo schema di finanziamento Advanced Grant 2021 (ERC-2021-AdG) sono risultati vincitori tre Principal Investigator – i professori Alessandra Biffi, Nicola Elvassore e Giulio Monaco – attualmente in servizio all’Università di Padova, confermando l’alta qualità della ricerca svolta nell’Università di Padova a ottocento anni di distanza dalla sua fondazione.

«Potremo considerare i tre prestigiosi Advanced Grant ottenuti come una delle migliori celebrazioni per i nostri ottocento anni che l’Unione Europea potesse fare – afferma Daniela Mapelli, rettrice dell’Università di Padova –. Penso che tutte e tutti si siano potuti accorgere, durante questa pandemia, dell’importanza vitale che ha la ricerca, non solo scientifica, ma in ogni campo del sapere. Ecco perché mi riempie di orgoglio il risultato che abbiamo ottenuto: per la prima volta tre Advanced Grant in un anno, primi in Italia. A nome di tutta l’Università: complimenti ad Alessandra Biffi, Nicola Elvassore e Giulio Monaco per il risultato ottenuto. Due di loro, Biffi e Monaco, sono scienziati che hanno scelto in anni recenti di fare del nostro Ateneo la loro “casa”: un bel segnale di attrattività e dell’alto livello scientifico di un’Università che guarda con fiducia al futuro».

I bandi dello European Research Council (ERC) sono tra i più competitivi a livello europeo e supportano la ricerca di frontiera finanziando progetti visionari e altamente innovativi, proposti da ricercatori e ricercatrici di elevato profilo a livello internazionale, in qualsiasi area di ricerca scientifica.

«Tre Advanced Grant in un colpo solo sono un nuovo record per il nostro Ateneo – dice Fabio Zwirner, prorettore con delega alla Ricerca – e lo collocano per la seconda volta quest’anno al primo posto in Italia in una competizione ERC. Congratulazioni ai tre vincitori! Il fatto che due di loro, i professori Biffi e Monaco, siano stati chiamati a Padova da altre sedi in anni recenti conferma che, accanto alla valorizzazione di talenti locali internazionalmente riconosciuti come il professor Elvassore, è importante proseguire in una politica attiva di reclutamento di eccellenze nella ricerca provenienti da altre istituzioni italiane e straniere».

Il lavoro dei vincitori della call Advanced Grants 2021 è destinato a fornire nuove conoscenze in numerosi campi del sapere, ad esempio su come usare la matematica per trovare modi migliori per sfruttare gli antibiotici e la chemioterapia, come proteggere la biodiversità delle isole, come esplorare l’Alba Cosmica, come capire in che modo i suoni della lingua cambino nel tempo. I finanziamenti ERC Advanced Grants sono progettati per supportare scienziati e scienziate, studiosi e studiose eccellenti che operino in qualsiasi ambito e si trovino in una fase della loro carriera che già li vede ricercatori affermati, con ruoli di leadership e un solido track record di importanti risultati scientifici.

Anche il Presidene Luca Zaia ha voluto congratularsi con UniPD: “Ancora un riconoscimento internazionale, che conferma l’Università di Padova come culla del sapere. Complimenti all’Ateneo patavino e ai professori Alessandra Biffi, Nicola Elvassore e Giulio Monaco”.

“Reperire i finanziamenti necessari alla ricerca – aggiunge Zaia – è una difficoltà annosa nel nostro Paese. All’orgoglio per il successo ottenuto, sia abbina anche la soddisfazione per quanto i tre ricercatori potranno utilizzare per portare avanti il loro prezioso lavoro. In occasione del suo ottocentesimo compleanno Unipd riceve un nuovo, bellissimo e meritato regalo”.

Articoli correlati
Slide-mainTreviso

Sicurezza Ponti, proseguono gli interventi della Provincia di Treviso

2 minuti di lettura
Monitoraggio e messa in sicurezza dei ponti, prosegue il lavoro della Provincia di Treviso sul territorio. Oltre ai 12.899.367,00 euro stanziati a…
Slide-mainSport

Europei di Roma. È l'ora dell'Italtuffi

5 minuti di lettura
Si aprirà domani alle ore 13:00 il grande spettacolo dei tuffi nella splendida cornice dello Stadio del Nuoto. Si comincia dal Team…
MestreSlide-mainSpettacoloTempo libero

Parco Bissuola, arriva il circo acrobatico e artistico

4 minuti di lettura
Palcoscenici Metropolitani, continuano gli spettacoli in tutta la Città Metropolitana: da metà agosto a Mestre è in arrivo il Circo acrobatico e…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!