CryptoDigitalSlide-main

L’sola di Tuvalu si sta ricreando nel Metaverso mentre il cambiamento climatico rischia di cancellarla dalla mappa

2 minuti di lettura

La nazione insulare del Pacifico di Tuvalu è stata a lungo una causa celebre per i rischi sul cambiamento climatico.

Situata quasi a metà strada tra l’Australia e le Hawaii, l’arcipelago di nove isole, che ospita 12.000 residenti, è attivamente minacciato dall’innalzamento del livello del mare.

Fino al 40% della sua capitale è sott’acqua con l’alta marea e, secondo le stime più rigide, si prevede che l’intera nazione del Pacifico sarà completamente sott’acqua entro la fine del secolo.

Simon Kofe, Ministro degli Esteri di Tuvalu, ha annunciato il suo piano per far diventare Tuvalu la prima nazione digitalizzata nel Metaverso, un regno online che utilizza la realtà aumentata e virtuale per aiutare gli utenti a interagire.

L’anno scorso, Kofe ha esortato i leader globali a “intraprendere azioni coraggiose e alternative oggi per garantire il domani” al vertice sul clima COP26 mentre si trovava in ginocchio nel mare per illustrare come Tuvalu sia in prima linea nel cambiamento climatico.

Il ministro ha spiegato che il Paese ha dovuto prendere in mano la situazione – cosa che include la creazione di una versione virtuale del paese nel Metaverso – dal momento che il suo messaggio al vertice dello scorso anno non è stato ascoltato dal mondo.

“Isole come questa non sopravviveranno. Dalla COP26, il mondo non ha agito e quindi noi nel Pacifico abbiamo dovuto agire. Abbiamo dovuto fare i nostri passi precauzionali con un progetto futuristico. Mentre la nostra terra scompare, non abbiamo altra scelta che diventare il mondo prima nazione digitale”, ha detto, rivolgendosi alla COP27 la scorsa settimana.

Te Afualiku, ha detto, sarà probabilmente uno dei primi punti di Tuvalu ad essere sommerso dall’innalzamento del livello del mare.

“La nostra terra, il nostro oceano, la nostra cultura, sono i beni più preziosi della nostra gente. E per tenerli al sicuro dai pericoli, qualunque cosa accada nel mondo fisico, li sposteremo nel cloud”, ha detto.

“Isole come questa non sopravvivranno ai rapidi aumenti di temperatura, all’innalzamento del livello del mare e alla siccità. Quindi le ricreeremo virtualmente. Pezzo per pezzo conserveremo il nostro paese, forniremo conforto alla nostra gente e ricorderemo ai nostri figli e ai nostri nipoti quello che era la nostra casa”.

L’Interpol sta creando il proprio Metaverso per imparare a sorvegliare il mondo virtuale.

Kofe ha avvertito che potrebbe essere inevitabile che altri paesi si uniscano al Metaverso mentre le loro terre scompaiono.

“Dobbiamo iniziare ad agire oggi. Altrimenti, nel giro di una vita, Tuvalu esisterà solo qui”, ha detto.

Tuvalu sarà quindi il primo Paese a replicarsi nel Metaverso.

La città di Seoul e la nazione insulare delle Barbados stanno seguendo l’esempio.

L’anno scorso, entrambi hanno detto che sarebbero entrati nel Metaverso per fornire rispettivamente servizi amministrativi e consolari.

Articoli correlati
IntervisteSlide-mainSpeciale Peregrinatio Beati Rosarii LivatinoVideo

L'emozione del Dott. Alfredo Robledo alla vista della camicia del Beato Livatino (VIDEO)

1 minuti di lettura
Tra le tappe conclusive della Peregrinatio Livatino, la sede di Confindustria. Nel convegno dedicato alla figura del giudice Livatino dal titolo “Beato…
AmbienteSlide-main

Raccolta rifiuti a Cimadolmo: uniti per un mondo più green

1 minuti di lettura
L’amministrazione comunale di Cimadolmo, in collaborazione con i Raccoglitori di Inciviltà Altrui, promuove una nuova raccolta di rifiuti nel territorio. Il ritrovo…
AmbienteSlide-mainVeneto

Caccia uccelli migratori, Zanoni (PD): “Su delibera Giunta pronto a depositare un doppio esposto"

2 minuti di lettura
Caccia uccelli migratori, Zanoni (PD): “Su delibera Giunta pronto a depositare un doppio esposto, a Corte dei Conti e Procura della Repubblica….

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio