Home / Cultura  / Libere dalla violenza: il Comune di Venezia al fianco delle donne

Libere dalla violenza: il Comune di Venezia al fianco delle donne

"Il cartellone delle iniziative 'Libere dalla violenza. Novembre 2018' è entrato nel vivo -  commenta la Vicesindaco Luciana Colle - e, grazie all'impegno del Comune di Venezia e del Centro donna, abbiamo voluto preparare un

“Il cartellone delle iniziative ‘Libere dalla violenza. Novembre 2018’ è entrato nel vivo –  commenta la Vicesindaco Luciana Colle – e, grazie all’impegno del Comune di Venezia e del Centro donna, abbiamo voluto preparare un cartellone molto articolato con una qualità di proposte importante che dimostra la nostra intenzione di voler toccare i diversi ambiti in cui la violenza si manifesta. L’obiettivo, oltre a ricordare la giornata internazionale proclamata dall’Onu per il 25 novembre contro la violenza sulle donne – sottolinea Colle – va quindi nella direzione di un sempre maggiore stimolo verso la riflessione e la diffusione di una cultura dell’antiviolenza, declinata in diversi ambiti, nel mondo dei media e dei social media, nel campo giuridico, nel teatro e nella poesia, ponendo l’accento sull’attenzione rivolta alle nuove generazioni con il Progetto scuole, e sull’importante obiettivo di creazione di una rete di promozione e di comunicazione coordinata, finalizzata a una più ampia ed efficace azione di sensibilizzazione. A tutti coloro che hanno reso possibile queste iniziative va il ringraziamento di tutta l’Amministrazione comunale”.

 

 

Il prossimo appuntamento si terrà proprio alle ore 9 di domani 9 novembre al Teatro Momo dove verrà riproposto lo spettacolo “Doppio taglio. Come i media raccontano la violenza sulle donne” con Marina Senesi, un reading teatrale riservato a studenti di Scuole Secondarie di secondo grado, che avrà una doppia replica per poter soddisfare le numerose richieste ricevute dalle Scuole. Questo evento, che guarda alla generazioni future, è il simbolo di un dialogo costante con le classi di scuole medie superiori di Venezia e Mestre coinvolte nel Progetto Scuole del Centro Antiviolenza denominato “Ferite Invisibili” (17 classi hanno aderito quest’anno, soprattutto terze e quarte classi). Al termine delle due repliche è prevista una discussione aperta con Cristina Gamberi, autrice della ricerca dalla quale è scaturito il progetto dello spettacolo. Sarà presente all’iniziativa anche un rappresentante dell’Ordine dei giornalisti. Sia domani che dopodomani, invece, all’ex Convento dei Serviti, a Sant’Elena dalle 15 alle 17 ci sarà “Assalto alla vita. Laboratorio di lettura poetica” sui temi della violenza sulle donne, proposto dall’Associazione La Settima Stanza- Scuola di poesia, e tenuto da Susanna Costaglione.

 

 

Un calendario che continuerà poi, nei prossimi giorni, come qui di seguito riportato:

Al Cinema Dante verranno proposte lunedì 19, lunedì 26 novembre e lunedì 10 dicembre, le proiezioni con ingresso gratuito dei tre film finalisti del Premio Lux del Parlamento Europeo, a cura di Europe Direct del Comune di Venezia.

 

 

L’Associazione culturale “Attori per caso” curerà a Zelarino il 20 novembre uno spettacolo teatrale, “C’erano una volta le streghe…”, mentre a Favaro Veneto lo SPI CGIL Coordinamento Donne Lega Laguna Nord Est propone un altro spettacolo teatrale, “Stasera mi butto” proprio il 25 novembre, giornale mondiale ONU contro la violenza sulle donne.

 

 

Mercoledì 28 novembre, nella Sala Consigliare in via Palazzo a Mestre, verrà presentato il libro di Claudio Facchinelli “Dosvidania Nina”, la storia di una ragazza russa morta a Venezia nel 1886 a 25 anni. Di lei rimane in ricordo una lapide nel cimitero di San Michele, con l’iscrizione appunto “Dosvidania Nina”.

 

 

Inoltre, durante tutto il periodo, è prevista una campagna di sensibilizzazione attraverso i sacchetti del pane, su cui verranno stampati i riferimenti del Centro Antiviolenza del Comune di Venezia. Tale campagna è svolta in collaborazione con il Comitato Pari Opportunità (CPO) Chimici del Veneto e Associazione Panificatori di Mestre e Venezia, con la finalità di potenziare l’informazione alla cittadinanza, e si inserisce nel contesto del progetto del PIANO DI COMUNICAZIONE Ve.R.A.- VERSO LA RETE ANTIVIOLENZA REGIONALE, un piano di comunicazione finanziato dalla Regione del Veneto, che coinvolge 9 Enti, e che si concluderà a marzo 2019. La squadra di basket della Reyer Venezia darà visibilità all’iniziativa. Comunicheremo nei prossimi giorni quali saranno le iniziative che la squadra, sia maschile che femminile, intenderà adottare per sostenere la campagna.

 

 

Alla fine di novembre verrà inoltre pubblicato il Bando di concorso per il Premio per le note di commento a sentenze pronunciate dalle Autorità Giudiziarie del Distretto della Corte d’Appello di Venezia nel triennio 2016-2018 relative al tema del contrasto alla violenza sulle donne. Tale bando è rivolto a giovani avvocati di età inferiore ai 40 anni ed è proposto dalla Camera Penale Veneziana “Antonio Pognici” e dal Soroptimist International Club di Venezia. Si concluderà con la premiazione nel mese di marzo 2019.

 

 

Il manifesto di quest’anno reca sullo sfondo l’immagine di Nadia Murad, vincitrice del premio Nobel per la pace 2018, attivista irachena per i diritti umani, che rappresenta il simbolo della feroce violenza subita, ma anche e soprattutto della della sua volontà di vivere e di continuare a lottare contro la violenza.

 

 

Il programma dettagliato delle iniziative è scaricabile anche dal sito del Comune di Venezia al link https://live.comune.venezia.it/it/2018/10/novembre-2018-libere-dalla-violenza.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni