CulturaSlide-mainVenezia

Levante o giù di lì, il libro che racconta storie e viaggi da Venezia e non solo

1 minuti di lettura

Il volume della giornalista veneziana in grado di raccontare la storia come una bella favola, è costituito da una raccolta di racconti, conferenze, appunti di storia, articoli giornalistici, che hanno per protagonisti personaggi di varie epoche: uomini e donne speciali come l’imperatrice Elena Augusta fino ai Finzi, editori del Corriere di Tunisi, passando attraverso la Serenissima Repubblica di Venezia.

 

Questa sera, alle 18, nella Sala delle Stagioni del Caffè Florian, il direttore artistico del Caffè Stefano Stipitivich presenta il libro di Barbara Marengo.

 

L’autrice

Barbara Marengo, moglie di un diplomatico, nutre le sue pagine di passione, vita, intelligenze, etica, rinunce, sofferenze, inquietudini ed errori; ma anche di splendidi luoghi e avvenimenti con il comune denominatore del Levante, cioè il Mediterraneo, culla di moltissime civiltà, ma anche teatro di molte guerre e divisioni.

 

I luoghi di cui parla l’Autrice sono da lei conosciuti e vissuti in prima persona: Costantinopoli, Bisanzio, l’isola di Paro nelle Cicladi, Grecia, Turchia e Tunisia. Da questa “prima linea” scaturisce il racconto della nostalgia e difficoltà di Cecilia Venier e di Cleopa Malatesta; vissute lontano da casa seppur entrambe vincenti o la sete di sapere della veneziana Elena Lucrezia Corner Piscopia prima donna laureata all’Università di Padova nel 1678 (in filosofia, non era ammissibile allora per una donna lo studio della teologia).

 

Venezia Protagonista

Venezia è comunque protagonista, punto di partenza e di arrivo delle storie raccontate; “porta del Levante”, intimamente presente nel cuore della Marengo da essere portata ovunque, con grande orgoglio di appartenenza. L’ultima storia è dedicata a Veronica Franco “cortigiana onesta” e letterata, amica del nobile Domenico Valier, che lottò in anni assai lontani per la realizzazione di una casa/rifugio per prostitute povere e in generale per la tutela delle donne più deboli.

 

Citazioni

L’Autrice riporta inoltre una frase di Veronica Franco sugli uomini. Anche noi abbiamo mani, piedi e cuore come loro, e anche se siamo delicate e tenere, ci sono uomini delicati che possono essere forti e uomini volgari e violenti che sono dei codardi. Le donne non hanno ancora capito che dovrebbero comportarsi così, in questo modo riuscirebbero a combattere fino alla morte per dimostrare ciò che è vero. Sarò la prima ad agire ergendomi a modello…

Articoli correlati
Scelti per voi: libriSlide-main

Con gli occhi di un artista

1 minuti di lettura
Ogni persona è unica, così come il suo modo di guardare, al mondo non esistono due artisti uguali. Edito da 24 ORE…
Italia MondoScelti per voi: filmSlide-main

Donato Bilancia, il docufilm sul serial killer più prolifico della nostra storia criminale

5 minuti di lettura
Donato Bilancia è il serial killer che nella nostra storia criminale ha accatastato più cadaveri lungo la sua traiettoria, 17 vittime: 9…
AmbienteEconomiaItalia MondoPoliticaSlide-main

Il ministero del Mare sia guida di tutto il sistema, serve una nuova visione

4 minuti di lettura
Lo dice il professore avvocato Alessandro Botti, presidente di Ambiente Mare Italia-Ami. “Il Mare rappresenta la risorsa italiana più importante, sia da…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!