Pillole di storia, arte e umanitàSlide-main

Le sagre paesane estive di Campocroce, Mazzocco e Zerman

3 minuti di lettura

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

Anche le sagre che si celebrano nel periodo estivo nei diversi Quartieri della Città costituiscono una occasione propizia per occupare il proprio tempo libero prestandolo agli organizzatori delle sagre estive. La loro organizzazione e soprattutto la loro gestione è molto complicata e quindi richiedono la collaborazione di parecchie persone.

 

Le Sagre paesane estive simili a quelle che si celebrano oggigiorno all’aperto portano il sapore della tradizione contadina di fine Ottocento. In estate infatti, subito dopo il raccolto i contadini finalmente potevano concedersi un lungo periodo di meritato riposo ed anche un po’ di “bagordi2, mangiare e bere a sazietà. Si organizzavano grandi pranzi all’aperto ai quali gli abitanti dei paesi erano invitati a partecipare.
Sotto questo aspetto Mogliano probabilmente ha voluto esagerare. In quasi tutti i Quartieri del paese si organizza e si attua una sagra. Si prepara da mangiare, spesso con dei menù che non hanno niente da invidiare ai grandi ristoranti. Le serate sono tutte allietate da orchestre che invitano gli intervenuti ai balli più disparati con l’esecuzione di un vasto assortimento di canzoni che al momento vanno per la maggiore.

 

La sagra di Campocroce

Forse quella di Campocroce è la sagra che detiene il primato di anzianità fra quelle organizzate a Mogliano, essendo stata ideata e realizzata subito dopo le Feste organizzate dai Partiti politici durante la Prima Repubblica.
Il piatto forte e la specialità culinaria più appetibile di questa sagra è senza dubbio quello dell’anitra. Deve essere cucinata da una bravissima massaia, perché il risultato è delizioso.
Approfittando degli ampi spazi a loro disposizione, gli organizzatori della sagra, assieme al palco con l’Orchestra per il canto ed il ballo, riescono a far piazzare, per la gioia dei bambini e non solo, parecchie giostre, dal tiro a segno alle gabbie rotanti, agli autoscontri ed il tagadà che ancora oggi resiste ed assicura la sua presenza nei Luna Park itineranti.

 

 

La sagra di Mazzocco

Anche quella organizzata dal Quartiere di Mazzocco è una sagra attraente e frequentata ogni anno da una numerosa folla di persone che vi si recano per mangiare, ballare e per il piacere di stare in compagnia. Nel piazzale antistante alla residenza del parroco, la canonica, viene allestita da una parte una enorme cucina ed una immensa sala per la consumazione dei pasti, Tutto l’ambiente è ricoperto da un enorme tendone per riparare gli avventori in caso di pioggia. Mentre di fronte, e cioè proprio in fianco alla Chiesa vengono posizionate alcune giostre per fare divertire i bambini.
Nel lato Sud del terreno attorno alla chiesa poi nello spazio tra la Chiesa ed il campo sportivo viene allestito ogni anno una pista per il ballo ed un palco per l’orchestra che con i suoi simpatici ritmi accompagna le danze ed allieta gli intervenuti. Nei giorni della sagra nei locali della Parrocchia si può visitare anche una mostra bene allestita di quadri ed oggetti vari di antiquariato. È  inutile dire che l’atmosfera è quella tipica della “festa”.

 

 

Sagra di Zerman

La pista da ballo
Sebbene sia di recente istituzione, la sagra di Zerman ha riscosso in pochi anni un enorme successo per tutte le attrazioni, ma soprattutto per la qualità del cibo che viene servito agli avventori. L’assortimento è quello dei migliori ristoranti della zona, con piatti elaborati che non fanno invidiare affatto la Novelle Cucine tanto decantata recentemente. E la cosa più sorprendente è che l’attesa dal momento della prenotazione del cibo, il passaggio alla cassa per pagare e l’arrivo delle pietanze pronte per essere degustate non è affatto lungo e snervante come in altri posti. Un altro servizio che risulta molto comodo è quello dell’ampiezza del parcheggio che praticamente è inesauribile e trova posto comodamente qualunque numero di macchine.

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaMarca TrevigianaMogliano VenetoSlide-main

Confindustria Veneto Est: il Consiglio generale elegge Mirco Viotto e Loredano Grande Vicepresidenti

1 minuti di lettura
Subentrano a Vincenzo Marinese, eletto Vicepresidente di Confindustria, e a Silvia Bolla, candidata alle elezioni europee MOGLIANO VENETO (TV). Il Consiglio Generale…
CulturaItaliaSlide-main

Premio Rosa Camuna 2024 a suor Anna Monia Alfieri La prestigiosa onorificenza della Regione Lombardia

6 minuti di lettura
La libertà di scelta educativa delle famiglie e l’autorevolezza dei docenti nei confronti dei ragazzi. A sour Monia Alfieri il Premio “Rosa…
Rosso d'InvernoSlide-main

Milano, leggera

5 minuti di lettura
Benvenuti nella sezione dedicata ai racconti del Concorso Letterario Nazionale “ROSSO D’INVERNO”, giunto quest’anno alla X edizione con il tema della “Leggerezza”, ispirato…