LavoroSlide-mainVeneto

Lavoro. Risolta la crisi Alternapak di San Pietro in Gu

2 minuti di lettura

L’Assessore regionale al lavoro Elena Donazzan, insieme all’Unità di Crisi aziendali di Veneto Lavoro diretta da Mattia Losego e alla Direzione Lavoro della Regione del Veneto, ha incontrato ieri a palazzo Balbi l’amministratore unico di Greatview Aseptic Packaging, Roger Wallch, assistito dall’avv. Domenica Cotroneo, per sancire la positiva chiusura del tavolo di crisi legato al sito produttivo Alternapak di San Pietro in Gu (PD). Una realtà per la quale, a febbraio 2022, era stata dichiarata la chiusura con esubero di tutti i lavoratori.

All’incontro hanno inoltre partecipato i vertici aziendali di Alternapak, Ms. Gramiaux e Mr. Schill, con i consulenti Riccardo Rocca, Mario Cuneo e Massimo Rossignoli, l’organizzazione sindacale Fistel CISL con Paola Guidolin e Mauro Vianello, il Sindaco di San Pietro un Gu, Paolo Polati. 

L’incontro è servito a sancire la positiva chiusura della vertenza, in quanto il sito produttivo di San Pietro in Gu è stato acquistato lo scorso ottobre dal gruppo industriale Greatview a seguito del processo di reindustrializzazione avviato in sede regionale dall’Unità di Crisi di Veneto Lavoro assieme ad Alternapak, i suoi consulenti e l’Organizzazione sindacale. Oggi il sito è attivo per il 50% della propria capacità produttiva con 35 addetti occupati e con l’obiettivo di saturare a breve la produzione assumendo ulteriori 30/40 lavoratori.

Un positivo risultato che assume ancora maggior rilievo, considerato il contesto di criticità economica globale, che consente inoltre di constatare l’attrattività del territorio veneto e certificare ulteriormente l’efficacia del modello veneto della gestione delle crisi.

“Vediamo con favore la continuità produttiva di un settore che ritengo strategico in questo momento – afferma Elena Donazzan, Assessore regionale al Lavoro –. L’azienda aveva annunciato la chiusura, prendendo una decisione non in linea rispetto ad un mercato in crescita e ci eravamo trovati senza offerte. La capacità della nostra Unità di crisi di ricercare, assieme alle Parti, una soluzione industriale ha portato a un interesse che oggi si è tradotto in posti di lavoro preservati e prospettive a breve termine di crescita produttiva e occupazionale”.

“Monitoreremo da vicino l’evoluzione della situazione aziendale anche in considerazione della provenienza extra UE, nella fattispecie cinese, della controllante del Gruppo – conclude Donazzan -. Per noi la continuità produttiva e l’accompagnamento dei posti di lavoro sono al primo posto, come la crescita del perimetro occupazionale-. Un concetto che ho voluto ribadire all’amministratore delegato, al quale ho voluto confermare che saremo molto vicini per accompagnare ove possibile l’azienda”.

Articoli correlati
MestreSlide-main

Dedicato a Don Franco De Pieri il nuovo ponte ciclopedonale in riviera Marco Polo

1 minuti di lettura
La Giunta comunale riunita ieri ha approvato, su proposta dell’assessore alla Toponomastica Paola Mar, la delibera con la quale si autorizza l’intitolazione a Don…
AnimaliMargheraMestreSlide-mainVenezia

Colonie feline, arriva il bando per i contributi finanziari del Comune di Venezia

1 minuti di lettura
La Giunta comunale riunita ieri ha approvato, su proposta dell’assessore all’Ambiente Massimiliano De Martin, la delibera che contiene gli indirizzi, i requisiti e i…
Slide-mainTrevisoTutela del Cittadino

Carabinieri e pagamenti online, 5 denunce per truffa

1 minuti di lettura
I CC della Stazione di Dosson di Casier hanno denunciato, per truffa in concorso, un 18enne residente a Roma e una 38enne,…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio