AnimaliNewsSlide-main

LAV. Stop alla vendita di animali esotici in Italia

2 minuti di lettura

Anche a Treviso e Castelfranco Veneto, LAV scende in piazza nei fine settimana del 26-27 marzo e 2-3 aprile, per la campagna a sostegno degli animali esotici

“In Italia milioni di animali esotici vengono venduti come oggetti, sono privati della loro libertà e possono diventare veicoli di nuovi virus. Aiutaci a dire basta!”

LAV sarà presente:
• sabato 26 marzo ore 15.30-19.00 a Castelfranco Veneto in Piazza Giorgione 26B
• domenica 27 marzo ore 15.30-19.00 a Treviso in Piazzetta Indipendenza (adiacente Piazza dei Signori)
• sabato 2 aprile ore 15.30-19.00 a Castelfranco Veneto TV in Piazza Giorgione 26B
• domenica 3 aprile ore 15.30-19.00 a Treviso in Largo Totila (di fronte a Piazza Borsa)

Uova di Pasqua sostengono la campagna “Lasciamoli liberi #ACasaLoro”

Raggiungendo uno dei tavoli LAV, tutti potranno sostenere la Campagna “Lasciamoli liberi #ACasaLoro” e scegliere le tradizionali uova di Pasqua LAV, per aiutare l’associazione a prendersi cura degli animali che ha salvato da un passato di maltrattamenti, e che oggi vivono nel Centro di Recupero di Semproniano, nella Maremma toscana.

Inoltre, una parte del ricavato della cessione delle uova sarà destinato ai progetti che LAV sta realizzando per l’Emergenza in Ucraina.

Locandina Pasqua LAV

Le uova di Pasqua LAV, sono realizzate da Altromercato, in buonissimo cioccolato vegan (fondente extra e, quest’anno per la prima volta, anche alla bevanda di riso) con ingredienti provenienti da agricoltura biologica e certificato da WFTO (World Fair Trade Organization), la rete internazionale del commercio equo e solidale.

Ogni uovo LAV è abbinato a un animale salvato: all’interno dell’uovo ci sono tutte le istruzioni per conoscerlo e iniziare una bellissima amicizia, scoprendo come trascorre le sue giornate, e come andarlo a trovare! 

Ma non è tutto: con questa mobilitazione, LAV intende ottenere un risultato ancora più grande, per tutti gli animali esotici e selvatici detenuti o commerciati in Italia.

Ogni anno, infatti, milioni di animali esotici come ricci africani, serpenti, gechi leopardo e camaleonti sono venduti nel nostro Paese: gli appartamenti delle città non sono il luogo adatto per la vita, talvolta molto lunga, di animali che dovrebbero vivere in natura. Costretti in ambienti minuscoli, ben diversi dai loro habitat naturali, privati della loro libertà e trattati alla stregua di oggetti, questi animali possono facilmente diventare veicoli di nuovi virus, proprio come nel caso del Covid-19.

Dopo mesi di battaglie, LAV è riuscita ad ottenere la legge di Delegazione EU (oggi legge n. 53 del 23/04/2021) che vieta la vendita, l’importazione, la detenzione e la riproduzione di specie selvatiche autoctone o alloctone in Italia.

Ma non basta, e c’è bisogno di tutti: entro l’8 maggio, si può sostenere l’appello di LAV chiedendo al Governo di attuare questa Legge e contribuire a dire basta a questa crudele sofferenza.

Trova il tavolo LAV più vicino a te su www.lav.it/esotici#piazza o contatta l’associazione: 346.7465558 | [email protected]

Articoli correlati
Costume&SocietàItaliaSlide-mainSpettacolo

Ed Westwick in Sicilia: l'attore di Gossip Girl in dolce compagnia

2 minuti di lettura
Il celebre attore di “Gossip Girl” è in Sicilia con la fidanzata Amy Jackson, combinando relax e lavoro. Ed Westwick è infatti…
AnimaliItaliaSlide-mainSpettacolo

A Milano si va al cinema con cani e gatti

1 minuti di lettura
CineBau e AristoPets: se prima era stato il Cinemino a lanciare l’iniziativa, ora è l’Anteo di CityLife a diventare pet-friendly, con le…
#instacultAttualitàBlogSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024

Balla coi voti

1 minuti di lettura
Nel 1990 si ballava coi lupi con Kevin Costner che fece incetta di premi Oscar ben 7 e 3 Golden Globes, oggi…