Slide-mainVenezia

L’assessore De Martin a Ca’ Giustinian per la “Festa dell’architetto 2021”

2 minuti di lettura

Nella cornice della sala delle colonne di Ca’ Giustinan, sede della Biennale di Venezia, si è tenuta nel pomeriggio di venerdì 5 novembre la “Festa dell’architetto 2021”, organizzata ogni anno al Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori. A rappresentare l’Amministrazione comunale è intervenuto l’assessore all’Urbanistica Massimiliano De Martin insieme, tra gli altri, al presidente del Consiglio nazionale degli architetti Francesco Miceli e del presidente della Biennale Roberto Cicutto. Durante il dibattito è stato posto l’accento sulla legge sull’Architettura già all’attenzione, come confermato dallo stesso Miceli, del ministro della Cultura Dario Franceschini.

“Sono davvero onorato di essere qui, nella casa della Biennale, in un contesto che testimonia quanto questa città sia un importante luogo di incontro aperto a tutti”, ha detto De Martin portando i saluti del sindaco Brugnaro. “In questo particolare momento storico abbiamo capito quanto gli spazi vadano ripensati, ridimensionati, adattati ad un mondo che anche a causa della pandemia sta cambiando più velocemente di quanto fosse pensabile. Ma per poter operare bene abbiamo bisogno di riscrivere le regole che governano alcuni processi. Voi, che avete accesso al livello massimo del sapere, spesso non siete liberi a causa di regolamenti che limitano la fantasia. E in questo la politica ha una grande responsabilità, perché può determinare delle direttive senza approcci prettamente ideologici. Chi amministra non può prescindere da scienza, ricerca e tecnologia, come emerge anche dalla discussione di oggi e dalla richiesta, anche dagli interlocutori qui presenti, di giungere ad una legge quadro sull’Architettura”.

“Questa edizione – ha osservato Francesco Miceli – si tiene nel quadro delle iniziative intraprese dall’Europa con il New European Bauhaus. La strategia culturale messa in campo dalla UE ha come obiettivi la realizzazione di spazi inclusivi, accessibili, sostenibili dal punto di vista ambientale e, in quello più generale, della rigenerazione urbana. Una strategia, questa, con cui l’Europa rinnova l’attenzione sul valore del progetto, tema centrale nella strategia politico–culturale degli architetti italiani.”

Proprio sulla legge sull’Architettura si è tenuto il dibattito che ha preceduto la lectio magistralis di Jette Cathrin Hopp, presidente della Giuria che ha assegnato i riconoscimenti della “Festa dell’Architetto 2021”. “Ringrazio chi ha avuto il coraggio di esporsi in questa competizione – ha aggiunto De Martin – perché non sempre è facile accettare delle sfide e metterci la faccia. Mi congratulo con i vincitori e auguro a tutti di godervi Venezia: una città aperta che vuole essere conosciuta in tutti i suoi meandri”, ha concluso l’assessore. 

Articoli correlati
AmbienteEconomiaSlide-mainSostenibilitàVeneto

Unanimità del Consiglio Regionale del Veneto per la legge sulle comunità energetiche

3 minuti di lettura
“Sono particolarmente soddisfatto dell’approvazione da parte del Consiglio regionale di questa nuova legge fortemente voluta dalla Giunta e frutto di ampia collaborazione…
JesoloSlide-main

"Malamovida” a Jesolo. 4 indagati per rissa aggravata

1 minuti di lettura
Le indagini disposte dalla Procura della Repubblica di Venezia, a seguito di una rissa verificatasi nella nottata del 29 maggio 2022, i…
JesoloSlide-main

Christofer De Zotti è il nuovo sindaco di Jesolo: "Pronto a lavorare da subito, non sarà l'anno zero"

2 minuti di lettura
Prcolamazione ufficiale ieri sera in diretta streaming. Ieri mattina, invece, il nuovo sindaco di Jesolo Christofer De Zotti ha ricevuto dal primo…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!