Home / Mogliano  / La truffa degli appartamenti in affitto “mette casa” a Mogliano

La truffa degli appartamenti in affitto “mette casa” a Mogliano

Sia il portale Airbnb che la polizia postale di Treviso hanno confermato che si tratta di una truffa.

Luminoso trilocale di 128 mq situato in Piazza dei Caduti.
L’immobile si compone da un ingresso, un soggiorno con cucina a vista con possibilità di farla diventare una cucina abitabile, due camere matrimoniali con balcone e bagno, un’altra camera e un bagno padronale.

 

L’appartamento è stato recentemente ristrutturato, con aria condizionata, infissi con doppio vetro in pvc e zanzariere. Sono forniti lavatrice, microonde, aspirapolvere e internet con Wi-Fi.

 

Disponibile arredato, semi o vuoto. Il canone di locazione ammonta a 700 € / mese, tutte le spese condominiali incluse.

 

Questo appetibile annuncio è apparso in questi giorni nelle ricerche di appartamenti in affitto a Mogliano.

Chi ha inviato la mail per avere informazioni a riguardo si è trovato questa risposta:

 

Ciao, sono il proprietario dell’appartamento situato a Piazza dei Caduti, Mogliano Veneto, una zona tranquilla.

L’appartamento è esattamente così come nelle foto. La ringrazio anticipatamente per la Sua disponibilità.
Cordiali saluti,
Nathalie Foucher

 

Naturalmente le bellissime foto dell’appartamento hanno messo voglia agli interessati di avere ulteriori informazioni, lasciando comunque un po’ di perplessità sul prezzo troppo economico per un tale appartamento. Così la conversazione via mail è continuata e la coppia proprietaria ha scritto di essere rientrata in Austria e di voler affittare l’appartamento con la mediazione di Airbnb, noto portale di affitti turistici.

 

Ti spiego passo passo come funziona il procedimento su Airbnb per capire meglio.
Io inserisco l’annuncio su Airbnb al prezzo di 700 € al mese. Il contratto può essere effettuato per un periodo dai 6 mesi fino a 4+4 anni e nel caso si volesse affittare per meno di 6 mesi, è possibile fare un contratto provvisorio.
Il pagamento è richiesto per 1 mese + 2 mesi di deposito cauzionale (totale 2100 €) e deve essere effettuato attraverso Airbnb per confermare la prenotazione. Il deposito cauzionale viene restituito alla fine del contratto ecc.

 

In realtà l’appartamento esiste solo su un falso sito Airbnb, che ovviamente ha indirizzo uguale ma link diverso. Lì finiranno i soldi che l’aspirante proprietario non rivedrà più, insieme all’appartamento che non ha mai visto!

Sia il portale Airbnb che la Polizia postale di Treviso hanno confermato che si tratta di una truffa. In particolare, il primo racconta segnalazioni di migliaia di casi, molti dei quali purtroppo andati… a buon fine per i truffatori.

Non ci resta quindi che informare il maggior numero di persone, sperando che questo serva ad arginare la truffa.

 

 

 

Silvia Moscati

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni