NarrazioneSlide-mainVenezia

La storia del mascherone sulla porta del campanile di Santa Maria Formosa

1 minuti di lettura

Forse non è noto a molti perché sopra l’entrata del campanile della chiesa di Santa Maria Formosa vi sia un mascherone.

Si racconta che, in un lontano passato, i demoni salissero sul campanile della chiesa e suonassero le campane a tutte le ore.

Il fatto recava un forte disturbo agli abitanti di tutta la zona, che a quei tempi regolavano la propria giornata con il suono delle campane.

A questo punto il parroco di Santa Maria Formosa decise di porre sull’entrata del campanile della chiesa un mascherone grottesco, allo scopo di spaventare i demoni disturbatori.

Sembra strano, ma la cosa funzionò, perché da quel momento nessun demone salì più sul campanile per suonare le campane e disturbare la vita dei cittadini.

 

Fonte: Martinaway

Articoli correlati
AttualitàSlide-mainSostenibilitàVeneto

Il passaporto: dalle Poste a casa tua!

2 minuti di lettura
Attivo il nuovo servizio passaporti di Poste Italiane “Polis – Casa dei servizi di cittadinanza digitale” nel veronese Verona – É stato…
IntervisteMogliano VenetoSlide-mainSPECIALE ELEZIONI 2024

"Visione ed Azione". Le promesse mantenute

1 minuti di lettura
Il sindaco uscente di Mogliano Veneto, Davide Bortolato, torna a chiedere fiducia agli elettori per i prossimi 5 anni di mandato amministrativo.Motiva…
Le eccellenzeMarca TrevigianaSaluteSlide-main

"Giovanni XXIII" di Monastier nella Guida dei 100 Ospedali di Eccellenza 2024

1 minuti di lettura
Il Presidio Ospedaliero di Monastier primeggia tra le cinque strutture sanitarie trevigiane menzionate nella Guida tedesca. MONASTIER (TV) – Sono il “Giovanni…