Home / Cultura  / Arte  / Musica  / La macchina del tempo. Musica, voci, rumori: l’universo dell’ascolto

La macchina del tempo. Musica, voci, rumori: l’universo dell’ascolto

L’esperienza insolita di un concerto al buio   Assistere a un concerto al buio significa spostare l’attenzione dello spettatore dall'aspetto visivo a quello uditivo, conducendolo a una riflessione su un duplice aspetto: da un lato, come dice

L’esperienza insolita di un concerto al buio

 

Assistere a un concerto al buio significa spostare l’attenzione dello spettatore dall’aspetto visivo a quello uditivo, conducendolo a una riflessione su un duplice aspetto: da un lato, come dice Murray Schäfer, sentire “il mondo come una immensa composizione musicale”, dall’altro perseguire il concetto adorniano di “saper pensare con le orecchie”.

 

Vieni a provare questa esperienza! Sabato 20 ottobre, il gruppo musicale Connessioni Sonore (Alessandra Parmeggiani al basso, Pierpaolo Enzo al pianoforte e synth, Stefano Zanus Fortes alla chitarra e Virginio Bellingardo alle percussioni) si esibirà nella sala concerti dell’ALTROQUANDO di Zero Branco (in via Corniani 32), a partire dalle 21.30.

 

La particolarità di questo live risiede nel fatto che sia il pubblico che i musicisti verranno ospitati in una sala completamente buia.

Dopo aver preso posto, gli ospiti potranno immergersi in una delle esperienze sensoriali più interessanti della stagione.

 

 

ALTROQUANDO detto “Il Lupo” è una birreria/trattoria che offre cucina tradizionale di carne, cucina vegetariana e vegana; è un’isola musicalmente felice che da circa 20 ospita concerti di alto livello.
I suoi gestori, Miry e Oriano, hanno preso alla lettera il motto “per fare la Rivoluzione bisogna ripartire da Zero (Branco)”.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni