Slide-mainTurismoVeneto

La Germania riapre le frontiere da metà giugno, ma non con l’Italia

1 minuti di lettura

 

La Germania sta mettendo all’angolo il turismo in Italia? La domanda è spontanea visto che la Merkel da metà giugno riaprirà le frontiere con i paesi europei lasciando fuori Italia e Spagna.

 

Noi con la Spagna siamo i due paesi più colpiti dalla pandemia, a parere dei tedeschi, i più pericolosi per i turisti, ma questa discriminazione in pratica attua un Europa a due velocità come alcuni paesi del Nord Europa hanno più volte proposto.

 

I flussi turistici così facendo verrebbero indirizzati verso paesi come la Croazia e la Francia mettendo letteralmente a sedere la nostra economia, e probabilmente anche quella della Spagna, che si poggia per molti aspetti sull’industria del turismo.

 

Vuol dire impedire la ripartenza non solo delle località turistiche, in primo luogo Venezia sotto attacco da tempo anche a causa delle acque alte, ma anche infliggere un duro colpo a tutto l’indotto come la ristorazione, i nostri vini, l’ospitalità, vedi alberghi, i trasporti, i primis il settore crocieristico ed il trasporto aereo, e tutto il sistema dei nostri musei unici al mondo.

 

La Germania afferma che non può riaprire con noi dal momento che sono ancora chiusi gli spostamenti tra le regioni, ma dalla metà di giugno  gli spostamenti tra le regioni saranno ormai riattivati anche in Italia. Quindi, se non si fosse voluto discriminare il nostro paese, la Merkel poteva aggiungere una postilla specificando che le frontiere si sarebbero riaperte anche con noi al momento della eliminazione di questa proibizione ancora in vigore in Italia.

Articoli correlati
PoliticaSlide-main

Un ossequio alla tradizione veneta?

1 minuti di lettura
Riceviamo da un lettore e pubblichiamo Nell’edizione di una testata veneta in edicola oggi, giovedì 27 gennaio, è stato pubblicato per errore…
MoglianoSlide-main

Mogliano Veneto. Incendio tetto abitazione

1 minuti di lettura
Questa mattina intorno alle ore 08.30, a Mogliano Veneto in via Vittorio Veneto, per cause verosimilmente riconducibili al surriscaldamento di una canna…
AnimaliSlide-mainVenezia

Oasi Gaggio (Ve), abbattimento Airone guardabuoi

2 minuti di lettura
Domenica 9 gennaio, i volontari in servizio di apertura al pubblico presso l’Oasi di Gaggio (VE) hanno accertato la presenza di un…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!