Home / Treviso  / Casier  / La Biblioteca di Casier diventa un centro prenotazione vaccini per le persone fragili

La Biblioteca di Casier diventa un centro prenotazione vaccini per le persone fragili

Insieme al servizio dei cittadini più fragili: gli Assessorati ai Servizi Sociali e alla Cultura del Comune di Casier uniscono le forze e gli strumenti a disposizione per venire incontro ai Casieresi in difficoltà con

Insieme al servizio dei cittadini più fragili: gli Assessorati ai Servizi Sociali e alla Cultura del Comune di Casier uniscono le forze e gli strumenti a disposizione per venire incontro ai Casieresi in difficoltà con la prenotazione dei vaccini.

 

Da lunedì 12 Aprile la Biblioteca Comunale di via Roma 2 apre, per i Cittadini residenti, il servizio di aiuto gratuito per la prenotazione dei Vaccini Anti Covid-19.

 

Il servizio è rivolto principalmente ad anziani, persone fragili, con disabilità o semplicemente poco avvezze a utilizzare strumenti tecnologici quali smartphone, computer o tablet.

 

Per fissare l’appuntamento è necessario chiamare il numero della Biblioteca Comunale di Casier 0422.381504 dal lunedì al giovedì dalle 15 alle 19 o il lunedì e il venerdì dalle 10 alle 12.30. È importante presentarsi muniti di carta di identità e tessera sanitaria.

 

“Come assessore che cura i rapporti con USL2 sono felicissima di quest’iniziativa condivisa che parte da una stretta collaborazione e sinergia tra i servizi sociali e ufficio cultura – commenta l’Assessore ai Servizi Sociali Leonella Mestriner – mettere a disposizione la biblioteca per un lavoro sociale che dia supporto ai cittadini anziani, con disabilità e impossibilitati a provvedere in maniera autonoma alla prenotazione nel portale regionale/usl è una cosa importantissima. Essere sempre parte attiva e collaborativa per i nostri cittadini è il pensiero principale mio e di tutta l’amministrazione”.

 

“Sono altrettanto felice per questa iniziativa che conferma il rinnovato ruolo della nostra biblioteca, non solo di presidio culturale, ma anche quale cardine di coesione sociale e valore aggiunto per il benessere dell’intera comunità locale – aggiunge l’Assessore alla Cultura Roberta Panzarin – La biblioteca pubblica ha un legame inscindibile con i cittadini, tanto più profondo quanto è caratterizzato da attenzione, ascolto e cura reciproca.  Mettersi a servizio attraverso queste modalità pro-attive, consente alla biblioteca di instaurare una nuova relazione di comunicazione ed essere riconosciuta come un luogo polifunzionale, dove s’incontrano svariate tipologie di utenza. Questa è la strada che ha intrapreso la nostra biblioteca, grazie anche ad uno staff sempre pronto a mettersi in gioco e, quando si realizzano progettualità tanto nuove e di valore, in condivisione con il sociale, non posso che rallegrarmene”.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni