Site icon Il Nuovo Terraglio

Kjaer capitano coraggioso

Succede che siamo al tramonto del primo tempo di Danimarca Finlandia, ai Campionati europei di calcio e Christian Eriksen neo campione d’Italia con l’Inter nonché nazionale danese si accascia a terra esamine e inizia l’incubo.

 

Ma c’è un capitano coraggioso e si chiama Simon Kjaer, dirimpettaio a Milano di Christian, sponda milanista, che si lancia immediatamente su Eriksen e presta i primissimi soccorsi tempestivi e decisivi come spostare la lingua e liberare le vie aeree, i medici arriveranno immediatamente praticando il massaggio cardiaco e usando il defibrillatore.

 

Aggrapparsi alla vita quando sembra che sia tutto finito e cessano i battiti, in un clima surreale con tutti i compagni e gli avversari attoniti che pregano e sperano, con i tifosi sulle tribune consci del dramma, sotto choc.

 

E quell’immagine di Sabrine, la moglie di Christian Eriksen, arrivata sul terreno di gioco che piange impaurita e disperata, confortata e protetta, quasi a dire ci siamo noi, dal capitano coraggioso Simon Kjaer.

 

Poi i primi sospiri di sollievo e i bollettini medici confortanti che arrivano dalla clinica, Eriksen che scrive nella chat dei compagni di squadra dell’Inter “sto bene, spero di tornare presto”.

Forza Campione.

 

Zero Biscuit di Mauro Lama