Inquinamento da polveri sottili molto alto in tutta la pianura padana

Legambiente, nel suo rapporto annuale sull’inquinamento dell’atmosfera nel Veneto relativamente al 2017, ha rilevato che tutti i capoluoghi veneti ad eccezione di Belluno hanno superato di molto il limite massimo di 35 sforamenti annui imposto dalla legge per le polveri sottili.

Il limite massimo è stato superato da Padova, Venezia, Verona, Treviso, Rovigo e Vicenza. Padova ha avuto 102 sforamenti nel 2017, Venezia 94, Verona 90, Treviso 83, Rovigo 80 e Vicenza 73 contro i soli 19 sforamenti di Belluno.

La situazione è grave in tutta la Pianura Padana e nel 2018 le cose sono andate peggio.

Per limitare al massimo le emissioni di PM10, Legambiente chiede di ridurre la velocità dei veicoli in città a soli 30 chilometri orari, di aumentare le zone a verde pubblico e di riqualificare inoltre gli edifici pubblici per ridurre i consumi energetici.

Fonte: Veronasera.it

Commenta la news

commenti

Ultima modifica il July 12, 2019, 11:45 am

Gianfranco Vergani

Condividi
Pubblicato da
Gianfranco Vergani

Articoli Recenti

Nonna Caterina compie 100 anni

La presidente del Consiglio comunale, Ermelinda Damiano, insieme alla consigliera di Municipalità Monica Di Lella, ha portato questo pomeriggio gli…

14 ore ago

Droghe: si abbassa l’età della prima volta e aumenta il numero dei cronici

La Giunta regionale del Veneto ha finanziato con 4 milioni di euro il nuovo piano regionale per le dipendenze 2020-22…

15 ore ago

Jacopo Bocchi e Roberto Dal Zilio rinnovano con Mogliano

Non si ferma il lavoro per la costruzione della rosa della prossima stagione, e Mogliano continua l'opera con altri due…

18 ore ago

Damiano dei Pescatori di Pace: “Test a un giornalista? Mi auguro che Zaia segua l’esempio ogni giorno”

Il presidente dei Pescatori di Pace auspica che il test venga effettuato direttamente al Governatore   Il presidente dei Pescatori…

18 ore ago

Covid-19. Permane il NO al distanziamento sociale su treni e bus

«Zaia lancia l'allarme sul ceppo arrivato dalla Serbia, che definisce più aggressivo e contagioso. Poi però in consiglio regionale la…

19 ore ago

Coronavirus e criminalità. Il pericolo di “shopping mafioso” nel turismo del Covid è da allarme rosso

«Era il 13 maggio. Quando ho emesso il primo comunicato nel quale lanciavo l'allarme per il possibile “shopping mafioso” ai…

22 ore ago