Home / Cultura  / Ambiente  / Incendio boschivo nell’Agordino: Il sopralluogo dell’assessore Bottacin

Incendio boschivo nell’Agordino: Il sopralluogo dell’assessore Bottacin

Oggi pomeriggio l’assessore regionale alla Protezione civile Gianpaolo Bottacin ha accolto a Taibon Agordino (Belluno) il sottosegretario al ministero dell'Ambiente Vannia Gava, procedendo poi a un sopralluogo sui luoghi del vasto incendio che ha colpito

Oggi pomeriggio l’assessore regionale alla Protezione civile Gianpaolo Bottacin ha accolto a Taibon Agordino (Belluno) il sottosegretario al ministero dell’Ambiente Vannia Gava, procedendo poi a un sopralluogo sui luoghi del vasto incendio che ha colpito i boschi della Valle di San Lucano.

 

L’assessore, che già in mattinata aveva compiuto una serie di verifiche in zona, ha illustrato la situazione particolarmente complessa che si è venuta a creare. Per contrastare il fuoco, sono stati messi in campo 4 Canadair, 4 elicotteri della Regione, uno dei Vigili del Fuoco e oggi ha operato anche uno speciale elicottero Ericcson che era stato richiesto al Dipartimento della protezione civile nazionale e la situazione è migliorata. L’incendio ha un’estensione stimabile in almeno 900 ettari, dimostrandosi uno dei più importanti eventi degli ultimi 30-40 anni in Veneto.

 

 

“Per quanto riguarda il rischio idrogeologico – ha detto Bottacin – abbiamo già iniziato ieri a verificare alternative alla viabilità, che al momento è preclusa, per raggiungere la frazione in destra orografica. Stamattina c’è stato un ulteriore sopralluogo per vedere se, con lavori di somma urgenza, si riesce a realizzare percorsi diversi, perché sia a causa dell’incendio, sia con il previsto arrivo di forti piogge nelle prossime ore, potrebbero esserci problemi dovuti al rotolamento di materiale che scende a valle”.

 

Bottacin ha ringraziato l’on. Gava che per aver seguito fin dall’inizio l’evoluzione della situazione e di essere venuta oggi a rendersi conto della gravità delle conseguenze dell’incendio. “Credo si sia dimostrata – ha aggiunto – una sinergia tra istituzioni assolutamente fondamentale, come è giusto che sia quando si muove una macchina complessa come la protezione civile”.

 

“Sono venuta spesso per altre, belle attività – ha detto l’on. Gava – e oggi non ci sarei voluta tornare per questo evento; è chiaro che ho voluto comunque dimostrare, con la mia presenza, la presenza del governo; una presenza forte che dimostreremo anche una volta che sarà stata fatta la conta dei danni.  Se ci sarà necessità, gli uffici del ministero si metteranno in contatto con quelli della Regione e si attiveranno tutti i canali per le eventuali bonifiche e per la messa in sicurezza dei luoghi dal rischio idrogeologico”.

 

             

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni