Home / Mogliano  / Inaugurazione del Centro anziani, ma è ancora un cantiere aperto

Inaugurazione del Centro anziani, ma è ancora un cantiere aperto

Sabato mattina il sindaco di Mogliano ha inaugurato il Centro anziani, rinnovato e ristrutturato. Per questi lavori il Comune aveva stanziato 800mila euro nel 2017. I lavori hanno riguardato un ampliamento di 280 metri quadri,

Sabato mattina il sindaco di Mogliano ha inaugurato il Centro anziani, rinnovato e ristrutturato. Per questi lavori il Comune aveva stanziato 800mila euro nel 2017. I lavori hanno riguardato un ampliamento di 280 metri quadri, più la messa a norma della parte esistente. Il Centro anziani di Mogliano conta 1350 iscritti ed è il centro più grande d’Italia.

 

L’inaugurazione è avvenuta in un Centro anziani ancora in via di ultimazione. La sala delle riunioni e per gli spettacoli è ancora un cantiere, e tutta l’area antistante adibita a parcheggio non è agibile per le auto.

 

“Opera finita – ha dichiarato il sindaco alla nostra testata – ora bisogna adeguarla. Abbiamo inaugurato perché così gli anziano possono rientrare e iniziare gli allestimenti. Questa estate le attività legate alla stagione saranno attive, ma da settembre tutto riprenderà normalmente.

Sulle critiche mosse circa la possibilità da parte dell’amministrazione di inaugurare opere in questo periodo, devo dire che le attività amministrative vanno avanti, questa era una cosa programmata da tempo, i tempi dei lavori sono stati rispettati e quindi ho proceduto alla riapertura del Centro anziani.”

 

 

Di altro parere è Davide Bortolato, candidato sindaco per il Centro Destra, che ci comunica quanto segue: “Sprezzante a dir poco, Arena se ne infischia letteralmente della legge e delle normative vigenti e imperterrita procede con le inaugurazioni, nonostante la legge sulla par condicio lo impedisca chiaramente.”

 

“Ieri mattina ha inaugurato l’ampliamento del Centro anziani, un cantiere ancora aperto con lavori ancora da concludere, facendo entrare persone senza dispositivi di sicurezza e senza avere l’agibilità delle opere. Questo è un comportamento scorretto e fuorilegge, che denota una mancanza di rispetto e di stile clamorosa. È infatti vietato l’accesso ai non addetti ai lavori in un cantiere non ancora concluso.

Si continua con le opere fatte in fretta che vediamo realizzarsi a pochi giorni dalle elezioni, dice che i lavori sono calendarizzati da tempo, ma questa è l’ennesima falsità. Un comportamento che denota la volontà della Arena; restare ben seduta su una poltrona.”

 

“Ci attacca – conclude Bortolato – dicendo che non abbiamo un programma e che vuole confrontarsi sulle proposte, le sue quali sarebbero? Abbiamo letto il suo programma elettorale e abbiamo trovato l’ennesima relazione di fine mandato. Noi parliamo del futuro, lei si elogia di meriti non suoi.”

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni